Accordi interistituzionali Erasmus+ validi per la call 2020 e anticipazioni 2021

Alessandra Ceccherelli Università

Gli accordi interistituzionali riguardano il settore dell’Istruzione Superiore e possono essere firmati tra due o più istituti d’istruzione superiore (IIS) per consentire la mobilità tra istituti. Qual è la situazione per il 2020 e cosa cambierà nel 2021?

Tutti gli Inter-Institutional AgreementIIA attualmente in essere sono validi, per le mobilità degli studenti e del personale nell’ambito di progetti di mobilità KA103 e KA107, compresi quei progetti che saranno finanziati nell’ambito della call 2020. Potranno essere inoltre sottoscritti per il bando in vigore eventuali nuovi accordi utilizzando i modelli già disponibili sul sito europeo Erasmus+.

Pertanto, per i progetti KA103 e KA107 in corso, gli Istituti possono continuare ad utilizzare gli IIA già sottoscritti e validi fino alla fine delle attività previste dai progetti stessi (compresi quelli che saranno approvati nell’ambito della Call 2020).

Accordi interistituzionali digitali per la call 2021 tra i Programme Countries

Per la prima call 2021 del nuovo programma, gli HEIs (heigher education institutions) saranno obbligati a rinnovare i propri accordi IIA tra i Programme Countries, in formato digitale, in linea con l’iniziativa della European Student Card. Per facilitare gli Istituti nell’elaborazione digitale degli IIA, è stato lanciato l’Inter-Istitutional Agreement Manager, uno strumento informatico volto ad effettuare i test relativi al rinnovo o alla costituzione degli IIA in formato digitale. Lo strumento è collegato ad Erasmus Without Paper Network, al fine di rendere facilmente disponibili i dati relativi agli istituti coinvolti ed i propri studenti. La digitalizzazione degli IIA consentirà, inoltre, di aggiornare e condividere rapidamente e contemporaneamente le informazioni con tutte le istituzioni partner, garantendo ai coordinatori degli uffici internazionali e agli studenti l’accesso a informazioni sempre accurate e aggiornate durante tutto il corso delle attività.

I campi informativi da compilare per i nuovi IIA sono, in gran parte, gli stessi dei modelli attuali. I nuovi campi aggiuntivi rifletteranno le principali novità del prossimo programma 2021-2027 e risponderanno all’esigenza di fornire ai partner tutte le informazioni pratiche di cui si necessita. L’obiettivo di queste variazioni è quello di eliminare la necessità per gli HEIs di creare “schede informative” annuali che vengono comunemente diffuse tra i partner via e-mail, ogni anno accademico. Un’anteprima del nuovo modello per gli accordi interistituzionali è disponibile online a scopo puramente informativo, per agevolare i test di creazione degli IIA attraverso lo strumento informatico, indurre una riflessione da parte di tutti gli HEIs in merito ai cambiamenti che saranno introdotti e agevolarne la finalizzazione.

I prossimi step:

  • Possibilità di test dell’Inter-Istitutional Agreement Manager per garantire che il sistema sia idoneo allo scopo e privo di problemi tecnici. I test saranno effettuati attraverso Without Paper Network. Tutti i dati utilizzati per i test saranno eliminati, al termine del periodo di prova;
  • A partire dal 1 ° maggio tutti gli HEIs saranno in grado di creare gli IIA con i loro partner man mano che i dati inseriti nel sistema verranno archiviati;
  • Entro l’autunno 2020, saranno completati i lavori di sviluppo dello strumento “Manager”. Tutti gli accordi dovranno essere firmati digitalmente prima dell’inizio delle mobilità finanziate nell’ambito della call 2021, pertanto gli HEIs avranno in media circa un anno per completare il processo di rinnovo;
  • Per agevolare l’utilizzo del rinnovo/costituzione degli IIA in formato digitale, il 5 marzo 2020 si terrà un webinar dalle 14:00 alle 15:30: link.

 

Accordi per la call 2021 tra i Programme ed i Partner Countries

Anche il modello per gli IIA tra i Paesi aderenti al Programma e i Paesi partner sarà modificato in vista del Programma 2021-2027, e a breve sarà condiviso il draft del template.

 

Risorse utili: il Tool eQuaTIC

Risultato di progetto di un Partenariato Strategico Erasmus + coordinato dall’Università di Gand, il tool eQuATIC consente agli HEIs di analizzare i dati relativi alle proprie mobilità e valutare i propri accordi interistituzionali, sulla base di una serie di indicatori di qualità.