Mobilità per apprendimento – KA1

admin

Informazioni valide per la partecipazione al Bando 2017

Grazie all’Azione chiave 1, le organizzazioni attive nell’ambito dell’educazione degli adulti possono presentare progetti incentrati sulla mobilità di apprendimento del proprio staff. La formazione europea diventa un’esperienza di crescita professionale e di sviluppo di nuove competenze per personale e i formatori dell’organizzazione che hanno l’opportunità di sviluppare la dimensione internazionale, l’innovazione dell’ente e la qualità dei metodi di insegnamento/apprendimento e di gestione.

Chi può candidarsi

Possono partecipare tutte le organizzazioni pubbliche o private attive nel campo dell’educazione per adulti ma anche organizzazioni attive nel mercato del lavoro o in ambito istruzione, formazione, gioventù, purché coinvolte attivamente in ambito Educazione degli Adulti con sede in un paese partecipante al Programma.

  • Un’organizzazione attiva nell’educazione degli adulti
  • Il Coordinatore di un Consorzio composto da minimo 3 organizzazioni impegnate nell’educazione degli adulti, con sede nello stesso Paese.
  • Scuola/ Istituto/ Centro di istruzione per adulti
  • Struttura per discenti adulti con esigenze speciali
  • Università / Istituto di istruzione superiore (comprese ubniversità per l’età libera)
  • Impresa pubblica o privata, di piccole, medie o grandi dimensioni (incluse le imprese sociali)
  • Parte sociale o altro rappresentante del mondo del lavoro
  • Camera di commercio, ordini di artigiani o professionisti e associazioni sindacali
  • Ente pubblico a livello locale, regionale o nazionale
  • Istituto di ricerca
  • Fondazione
  • Centro educativo
  • Organizzazione senza scopo di lucro, associazione,ONG
  • Organizzazione culturale, biblioteca, museo
  • Organismo per orientamento o consulenza professionale
  • Servizi di informazione

Le organizzazioni impegnate in ambito istruzione e formazione professionale hanno la possibilità di presentare una candidatura anche per l’ Azione Chiave 1 Istruzione e formazione professionale, settore del Programma gestito dall’Agnzia Erasmus+ INAPP (ex Isfol).

Attività possibili

Un progetto di mobilità può comprendere una o più delle seguenti tipologie di attività in uno dei paesi del Programma

Attività di insegnamento/formazione
Questa attività consente a educatori, formatori e personale coinvolto nell’educazione degli adulti di insegnare o fornire una formazione presso un’organizzazione partner in un altro Paese europeo.

Corsi strutturati o eventi di formazione
Partecipazione a conferenze, seminari, corsi strutturati

Job-shadowing
Periodo di affiancamento lavorativo/periodo di osservazione presso un’organizzazione pertinente attiva nel settore

Il job shadowing è una tipologia di attività formativa di forte impatto, sia a livello personale sia a livello dell’organizzazione che presenta il piano di mobilità. Individuata l’organizzazione più adatta alla struttura e agli obiettivi del progetto, sarà necessario stabilire un piano di lavoro congiunto coi colleghi europei tale da rendere la presenza del personale italiano fonte di interesse, innovazione e stimolo per entrambi gli enti coinvolti.
Questo genere di attività necessita sicuramente di un’attenta fase preparatoria (ricerca, individuazione e contatti con la scuola partner) alla quale però corrisponderanno attività effettivamente ritagliate sulle caratteristiche e sulle esigenze del progetto da attuare, rispondendo così in maniera molto puntuale alle finalità del progetto stesso.
Si ricorda che nel caso si intenda creare un progetto che preveda delle mobilità reciproche, ogni organizzazione deve presentare un progetto di mobilità KA1 alla propria Agenzia nazionale.
Job shadowing: scopri di più

Ruolo dell’organizzazione e progetto di mobilità

Erasmus+ non prevede la possibilità di candidature individuali. È l’organizzazione che presenta un unico progetto per la mobilità del proprio staff impegnato in educazione degli adulti e/o appartenente all’area direzione o all’amministrazione dell’organizzazione.
Il progetto può prevedere varie tipologie di attività con diversa durata, diverse destinazioni, diversi partecipanti a seconda delle esigenze formative dell’organizzazione. In fase di candidatura non sono richiesti i nominativi dei singoli partecipanti e i dettagli del corso o dell’attività scelta.

Un progetto di mobilità è composto dalle seguenti fasi che dovranno essere descritte nella candidatura:

  • Preparazione
    Include gli accordi pratici, la selezione dei partecipanti, la disposizione di accordi tra i partner e i partecipanti, la preparazione linguistica/interculturale prima della partenza
  • Attuazione delle attività di mobilità
  • Follow up
    questa fase comprende la valutazione delle attività, il riconoscimento dei risultati di apprendimento dei partecipanti, la diffusione e l’utilizzo dei risultati del progetto.

Piano di Sviluppo Europeo European Development Plan
Il piano di Sviluppo Europeo è una sezione fondamentale del modulo di candidatura. In questa parte è richiesta la descrizione dei bisogni formativi, la rilevanza delle attività previste sia per i singoli partecipanti che per l’istituzione nel suo complesso e l’impatto atteso sulla qualità dell’insegnamento e dell’apprendimento.

Come trovare un’attività di formazione?

Nel caso della partecipazione a un corso strutturato o a un evento formativo, l’organizzazione di accoglienza può essere qualsiasi organizzazione pubblica o privata attiva nei settori istruzione, formazione e gioventù con sede in uno dei paesi del programma. La scelta dell’attività può avvenire liberamente a partire dalle necessità formative dello staff e dell’organizzazione candidata. Non è previsto un catalogo europeo dei corsi disponibili ma è possibile partire da ricerca su web, contatti privati, Istituti di Lingua e Cultura presenti sul territorio etc.

EPALE, la piattaforma europea dedicata all’educazione degli adulti, dà la possibilità di cercare conferenze o corsi di formazione selezionati, attraverso il calendario degli eventi. EPALE è anche il cerca partner ufficiale per progetti Erasmus+ in ambito EDA. Scopri di più

Inoltre, per la ricerca di corsi strutturati, può essere utile la piattaforma School Education Gateway che, sebbene sia pensata principalmente per il settore della scuola, può rappresentare un ulteriore strumento di ricerca.

Per trovare un’organizzazione dove svolgere job-shadowing o attività di insegnamento è possibile attingere a una precedente esperienza di cooperazione svolta nell’ambito dei Partenariati o mobilità Grundtvig, utilizzare i gemellaggi tra città o altri contatti attivati in precedenza.
Anche il questo caso la piattaforma EPALE  rappresenta il luogo virtuale dove confrontarsi con colleghi di tutta Europa e trovare contatti di organizzazioni attive nel settore per  organizzare la mobilità.

 

Durata

Il progetto di mobilità ha una durata da 1 a 2 anni.
La data di inizio delle attività può essere compresa tra il 1°giugno e il 31 dicembre 2017.
Le attività di mobilità possono avere durata variabile da 2 giorni a 2 mesi.

SCADENZA 2 febbraio 2017 ore 12:00
A quale Agenzia rivolgersi? Agenzia nazionale Erasmus+ Indire