Young girl dreaming of flying to space. Illustrative concept.

Consultazione pubblica sulla revisione del Quadro delle competenze chiave per l’apprendimento permanente

Valentina Riboldi eTwinning, Formazione, Giovani, Scuola

La Commissione europea ha lanciato in questi giorni una Consultazione pubblica con l’obiettivo di aggiornare la Raccomandazione sulle competenze chiave del 2006
Quali sono le  competenze, le capacità e le abilità che i giovani devono sviluppare per avere un percorso di successo nella vita?
La Consultazione, che resterà aperta fino al 19 maggio 2017,  cerca di dare una risposta a questo tema. La revisione era stata annunciata dalla Commissione nell’ Agenda delle nuove competenze per l’Europa del giugno 2016.

Lo scopo è sviluppare una consapevolezza condivisa delle competenze chiave necessarie (per esempio alfabetizzazione, cittadinanza, spirito di iniziativa e competenze digitali) e di promuovere ulteriormente le opportunità di apprendimento nell’educazione e nella formazione.

La consultazione in atto esplorerà anche le possibilità per sostenere la valutazione di queste abilità e per favorire lo sviluppo professionale degli insegnanti

Il Commissario per l’Istruzione, la cultura, la gioventù e lo sport, Tibor Navracsics, ha dichiarato:

‘Oggi i giovani hanno bisogno di una più ampia serie di competenze per trovare posti di lavoro che soddisfano e diventare, cittadini indipendenti impegnati che contribuiscono alla società. Istruzione e la formazione hanno un ruolo cruciale per consentire ai giovani di sviluppare queste competenze, dando loro il miglior inizio possibile nella vita. La partecipazione a questa consultazione pubblica conferisce alle autorità educative, politici, professionisti e cittadini la possibilità di definire quali competenze chiave sono necessarie per la realizzazione personale e lo sviluppo, la cittadinanza attiva, l’inclusione sociale e l’occupazione’.

La Raccomandazione sulle competenze chiave contribuisce allo sviluppo della qualità nell’educazione e  nella formazione sulla base dei bisogni delle società europee e intende favorire la riflessione sugli sviluppi politici, sociali e tecnologici dal 2006 a oggi.

La partecipazione è aperta a tutti, cittadini e organizzazioni impegnate nel settore istruzione e formazione,
Autorità educative, decisori politici, ricercatori in ambito educativo e nel settore della formazione, parti sociali, servizi di orientamento e consulenza etc.

Vai alla pagina della Consultazione
Dài il tuo contributo attraverso il questionario online

I risultati saranno resi disponibili dalla Commissione europea sul sito della DG Educazione e cultura

Valentina Riboldi,
Agenzia nazionale Erasmus+ Indire, Unità comunicazione