Educazione degli adulti


Erasmus+ sostiene l’apprendimento lungo tutto l’arco della vita per valorizzare il potenziale individuale in una società più equa, inclusiva e al passo con le trasformazioni del presente.

Richiedere il finanziamento

Per gli enti e i consorzi che hanno ottenuto l’Accreditamento Erasmus+ 2021-2027 i finanziamenti annuali sono gestiti attraverso una specifica azione: la Richiesta di finanziamento. 

Cos’è una Richiesta di finanziamento per la mobilità?

La Richiesta di finanziamento, Azione KA121, è il passo successivo all’Accreditamento e permette di richiedere i fondi per le mobilità dei discenti e dello staff previste in risposta ai bisogni dell’ente. La richiesta deve essere coerente con gli obiettivi del Piano Erasmus+ presentato e con le attività ammissibili secondo la Guida al Programma.

  Quali sono le tipologie di mobilità interessate?

  Finanziamento

Il finanziamento è un contributo calcolato sulla base di costi unitari secondo specifiche categorie di spesa.
Copre il supporto organizzativo (preparazione, gestione e  follow up del progetto), spese di viaggio, soggiorno, costo dei corsi di formazione per lo staff, preparazione linguistica.  

In linea con le priorità trasversali al Programma, sono previsti un supporto aggiuntivo per persone con minori opportunità e finanziamenti aggiuntivi per favorire l’utilizzo di mezzi di trasporto a minor impatto ambientale. 

Invitiamo a leggere con attenzione la Guida al programma per informazioni più dettagliate sul budget (pag. 102).

Delega a organizzazioni di supporto – Nota importante!

L’obiettivo principale della partecipazione ai progetti Erasmus è permettere alle organizzazioni di accrescere la qualità delle loro attività, sviluppare e rafforzare le proprie reti di partner in Europa, aumentare la capacità di operare congiuntamente a livello transnazionale favorendo l’internazionalizzazione delle attività, scambiando e sviluppando nuove pratiche e nuovi metodi come pure condividendo e confrontando le idee. Se il progetto è gestito in maniera rilevante da un soggetto esterno all’ente, difficilmente l’obiettivo si può realizzare. 

Per questo motivo, è importante sottolineare che il beneficiario di un finanziamento Erasmus+ deve mantenere la titolarità dei compiti e delle attività principali relativi alla gestione del progetto (quali la redazione e la submission della propria proposta progettuale, l’utilizzo delle proprie credenziali e l’accesso alle piattaforme europee per la redazione della candidatura e per la gestione del progetto, la gestione finanziaria dei fondi, i  contatti con l’Agenzia nazionale, le relazioni sulle attività realizzate, nonché tutte le decisioni che incidono direttamente sul contenuto, sulla qualità e sui risultati delle attività svolte), e non può affidare tali compiti a soggetti esterni.  

Quindi non è ammissibile che il finanziamento europeo venga affidato in gestione (sia da un punto di vista amministrativo/finanziario che di contenuti), per le parti sopra indicate, a organizzazioni di supporto. Il Rappresentante legale deve valutare attentamente l’ausilio offerto da parte di organizzazioni di supporto al fine di rispettare quanto previsto dalle regole del Programma Erasmus ed evitare di incorrere in decurtazioni del budget, risoluzione della Convenzione o sospensione/annullamento dell’Accreditamento.

Fermo restando quanto detto sulla stesura della candidatura e sulla titolarità delle attività principali, è ammissibile il ricorso a organizzazioni di supporto per assistenza, consulenza e fornitura di servizi per la gestione di aspetti pratici relativi alla realizzazione delle attività previste dal Piano Erasmus; laddove ne venga giustificato il valore aggiunto in termini di benefici evidenti allo sviluppo organizzativo dell’organizzazione beneficiaria e alla qualità delle attività di mobilità. Il Rappresentante legale rimarrà responsabile dei risultati e della qualità delle attività realizzate, indipendentemente dal coinvolgimento di altre organizzazioni.

L’Agenzia Nazionale Erasmus+ INDIRE non ha delegato né assegnato alcun tipo di riconoscimento a organizzazioni di supporto per la gestione del Programma ed il supporto ai beneficiari


Scadenza

Primavera 2022 – Definita dall’Invito a presentare proposte in uscita in autunno 2021

Durata

15 mesi

A chi presentare la candidatura

Agenzia nazionale Erasmus+ Indire 
 accretidamentoeda@indire.it 

Presentare la richiesta di finanziamento

Organizzazioni e Consorzi accreditati possono presentare la richiesta di finanziamento per l’azione chiave – KA121-ADU“Progetti accreditati per la mobilità dei discenti e del personale nell’educazione degli adulti” – attraverso il portale europeo per richiedenti e beneficiari, specificando nel modulo di candidatura:

  • Numero di mobilità
  • Tipologia di profili (discenti e/o staff)
  • Tipologia delle attività
  • Durata delle mobilità

Tutti gli Enti accreditati sono invitati a prestare particolare attenzione all’inclusione favorendo la partecipazione di partecipanti con minori opportunità: studenti e personale con disabilità o provenienti da contesti socio-economici svantaggiati o aree meno privilegiate.

La transizione ecologica, la trasformazione digitale e la partecipazione alla vita democratica sono le altre priorità tematiche del programma che i responsabili dei progetti sono incoraggiati a integrare.

Assegnazione

La valutazione della qualità del piano Erasmus del candidato è avvenuta nella fase di richiesta di accreditamento quindi non sono previste valutazioni qualitative.

Ogni domanda di sovvenzione ammissibile riceverà un finanziamento.

L’importo della sovvenzione assegnata dipenderà da una serie di fattori:

  • il bilancio totale disponibile da assegnare ai richiedenti accreditati
  • le attività richieste
  • la sovvenzione di base e la sovvenzione massima.

Ulteriori  criteri di assegnazione:

  • eventuale “past performance” finanziaria e qualitativa
  • priorità strategiche ed equilibrio geografico (se applicato dall’Agenzia nazionale).

Le regole dettagliate sulla sovvenzione di base e sovvenzione massima, il punteggio dei criteri di distribuzione, il peso di ogni criterio, il metodo di distribuzione, e il budget disponibile per i progetti accreditati saranno pubblicati dall’Agenzia Nazionale INDIRE prima della scadenza del bando, nel 2022.

Scopri di più su questo Settore

Storie e buone pratiche

Pubblicazioni