Brainstoming Gruoup of people Working Concept

I partenariati strategici finanziati nel 2015 nel settore scuola: un incontro di monitoraggio per condividere attività e risultati

Valentina Riboldi Inclusione, Lingue, Monitoraggio, Risultati eventi, Scuola, Università

Il tempo scorre veloce, così ogni tanto, come nella vita, anche per i progetti Erasmus+ c’è bisogno di fermarsi a fare qualche piccolo bilancio su come stanno andando le cose, a che punto si è con la realizzazione di attività e risultati che erano stati prefissati e valutare se è necessario cambiare qualcosa.
Per questo motivo l’Agenzia Nazionale Erasmus+ Indire ha organizzato un incontro di monitoraggio lo scorso 26 gennaio a Firenze, al quale hanno partecipato le istituzioni che hanno ricevuto un finanziamento Erasmus+ nel 2015 e che attualmente stanno realizzando partenariati strategici nel settore istruzione scolastica.

L’incontro è stata un’occasione preziosa sia come momento di riflessione su quanto è già stato fatto e quanto ancora c’è da fare, sia come momento di condivisione e pianificazione di future strategie per valorizzare, disseminare e sostenere nel lungo periodo i risultati raggiunti.
Nel 2015 sono stati finanziati 24 partenariati strategici settore istruzione scolastica, di cui 10 della durata di 36 mesi e 14 di 24 mesi.
Può essere molto interessante seguire i percorsi di questi progetti, perché dalla giornata sono emersi alcuni aspetti significativi, primo fra tutti l’intensa collaborazione sviluppata tra scuole e altre istituzioni italiane e straniere come ad esempio le università per la realizzazione di nuovi modelli didattici e nuovi percorsi di formazione dei docenti oppure tra scuole, università e imprese per indagare modelli efficaci di alternanza scuola-lavoro. Molti partenariati, inoltre, vedono la partecipazione anche di associazioni del territorio che a vario titolo lavorano sul tema dell’inclusione e che sono impegnate con le scuole a trovare soluzioni sempre più adeguate per aumentare la motivazione degli alunni e contrastare la dispersione scolastica.

Un elemento che da sempre costituisce il valore aggiunto dei progetti europei, e si è riconfermato anche per i partenariati strategici Erasmus+, è il ruolo preminente che assumono tematiche come le competenze linguistiche e l’uso delle nuove tecnologie.

Di seguito facciamo una panoramica dei 24 partenariati Erasmus+ istruzione scolastica 2015, suddivisi per macro tematiche. Per approfondire, vi invitiamo a esplorare questi progetti all’interno della piattaforma europea dove si raccolgono tutte le esperienze Erasmus+ (e dei precedenti programmi) sia quelle concluse sia quelle ancora in corso.
Molti di questi partenariati inoltre organizzano proprio in questo periodo eventi di disseminazione e moltiplicatori per diffondere i risultati del progetto e le opere d’ingegno realizzate. Collegarsi ai siti dei progetti, alle pagine social e partecipare direttamente agli eventi può essere un modo ulteriore di approfondire e aumentare le sinergie.

Consigliamo vivamente di approfondire che cosa si sta facendo in Italia e in Europa per migliorare la qualità dell’ambiente scolastico come luogo di incontro e come luogo in cui si apprende; si tratta di esperienze che fanno dialogare soggetti diversi che riescono però proprio grazie a un partenariato europeo a mettere a disposizione le loro conoscenze e competenze per una crescita comune.

CITTADINANZA

COMPETENZE CHIAVE

ABBANDONO SCOLASTICO

COMPETENZE DIGITALI

LINGUE

  • CLIL for Children
    Istituzione: The Language Center srl, Todi – PG
    Tematica: Promozione della diversità linguistica attraverso uso del CLIL nella scuola primaria
  • Soft Mobility Integrated Learning in English
    Istituzione: ReBike ALTERmobility, Roma
    Tematica: CLIL nella scuola primaria con metodologia che promuove cittadinanza attiva e aumenta consapevolezza tra i bambini della mobilità sostenibile nei contesti urbani
  • VALUE – Valuing All Languages to Unlock Europe
    Istituzione: Oxfam Italia Onlus, Arezzo
    Tematica: Pedagogia inclusiva multilingue e interculturale per primaria e medie

OCCUPABILITÀ

  • Sostenibilità e vivibilità della città contemporanea: verso la Smart City
    Istituzione: Liceo Classico Statale F. Vivona, Roma
    Tematica: Alternanza scuola lavoro in cooperazione con realtà territoriali
  • Building Logistic edUcation in Europe
    Istituzione: Ufficio Scolastico Regionale per la Liguria, Genova
    Tematica: Analisi del contesto: istituzione dei poli tecnico-professionali, disoccupazione giovanile, job mismatch, abbandono scolastico. Obiettivi occupabilità: individuare figure professionali emergenti nei settori turismo, logistica, trasporti; individuare le competenze per l’occupabilità, correlare percorsi di istruzione/formazione
  • Developing and Evaluating Skills for Creativity and Innovation
    Istituzione: Consiglio Nazionale delle Ricerche, Roma
    Tematica: Migliorare la capacità delle scuole secondarie tecniche professionali di intercettare i bisogni del mercato del lavoro

BENESSERE E QUALITA’ A SCUOLA

  • Coaching schOols to fAce Change aHead
    Istituzione: Liceo Scientifico Statale Augusto Righi, Roma
    Tematica: Moduli per formare una nuova figura a scuola: School coach certificato, che promuova la qualità e la cooperazione a scuola

SCIENZE

Elena Bettini,
Agenzia nazionale Erasmus+ Indire, Unità Studi e Analisi