Jean Monnet

Le Azioni Jean Monnet mirano a promuovere l’eccellenza dell’insegnamento e della ricerca nel campo degli studi sull’Unione europea e, in particolare, sul processo di integrazione nei suoi aspetti sia interni che esterni.

Tra gli obiettivi specifici, le Azioni Jean Monnet intendono

  • incoraggiare e diversificare le tematiche legate all’Unione europea nei curricula proposti dagli Istituti di Istruzione Superiore ai propri studenti
  • innalzare la qualità della formazione professionale su tali tematiche, attraverso moduli ad esse dedicate o estendendole a nuove materie
  • stimolare l’impegno dei giovani accademici nell’insegnamento e nella ricerca in tale ambito
  • favorire il dialogo tra il mondo accademico e i responsabili politici, al fine di migliorare la governance delle politiche dell’Unione

Le Azioni Jean Monnet sostengono differenti tipi di attività, in particolare:

Attività di insegnamento e ricerca, tra cui rientrano

  • Moduli Jean Monnet
  • Cattedre Jean Monnet
  • Centri di eccellenza Jean Monnet

Attività di discussione politica con il mondo accademico, tra cui figurano

  • Networks Jean Monnet
  • Progetti Jean Monnet

Attività di sostegno alle Associazioni,

Chi può candidarsi
Può candidarsi alle attività Jean Monnet qualunque Istituto di Istruzione Superiore titolare di ECHE (Erasmus Chart for Higher education)
Nel caso specifico di alcune attività, in particolare i Networks e i Progetti Jean Monnet, così come il Sostegno alle Associazioni e Istituzioni, possono candidarsi altresì organizzazioni attive nell’area tematica di studi europei e associazioni di professori e ricercatori specializzati in tali studi, residenti in qualunque Paese del mondo.

Jean Monnet è un’azione centralizzata pertanto, per maggiori informazioni sulle singole attività e sulla loro durata, sui requisiti di eleggibilità e sulle scadenze per la presentazione delle candidature si rimanda alla Guida al Programma e al sito dell’Agenzia Esecutiva

Si segnala che la Call 2019 prevede un incremento di 3,5 milioni di Euro del budget assegnato al Partnership Instrument (PI) per i seguenti Paesi beneficiari: Argentina, Brasile, Canada, Hong Kong, Iran, Giappone, Corea del Sud, Macao, Messico, Russia, Singapore, USA. È stato altresì stanziato un budget aggiuntivo per i progetti che saranno presentati dai seguenti Paesi target: Ucraina (+ 0,25 milioni di Euro) e Georgia (+0,25 milioni di Euro).

Questi i risultati della Call 2018

A quale Agenzia rivolgersi? Agenzia Esecutiva EACEA

Lascia un commento