Istruzione scolastica

Le prospettive di istruzione e formazione per gli adulti nel nuovo studio della rete Eurydice

13/09/2021
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lo sviluppo continuo di abilità e competenze è cruciale per ogni persona. Tuttavia, non tutti gli adulti partecipano alla formazione permanente. Gli adulti meno qualificati, in particolare, sono anche coloro che meno probabilmente parteciperanno a percorsi di istruzione e formazione rispetto a coloro che hanno livelli di qualifica più elevati.

Questo aspetto suscita preoccupazione, soprattutto in tempi come quelli di oggi caratterizzati da rapidi cambiamenti, da pressioni economiche e sociali, dalla digitalizzazione sempre maggiore e dall’impatto della pandemia.

Cosa fanno i sistemi educativi europei per facilitare la partecipazione degli adulti con bassi livelli di competenze di base e di qualifiche nell’istruzione e nella formazione?

Il nuovo studio appena pubblicato dalla Rete Eurydice dal titolo Adult education and training in Europe: Building inclusive pathways to skills and qualifications ha lo scopo di rispondere a queste domande andando a indagare cosa viene fatto a livello nazionale per promuovere l’apprendimento permanente, con un’attenzione particolare alle politiche e alle misure a supporto degli adulti con bassi livelli di competenze e di qualifiche per accedere alle opportunità formative.

Il rapporto è stato sviluppato tenendo conto delle priorità stabilite dalla Raccomandazione del Consiglio sui percorsi di miglioramento del livello delle competenze e delle più recenti politiche europee che puntano a investire nelle competenze degli adulti e nell’apprendimento permanete, come il Piano d’azione del Pilastro europeo dei diritti sociali che ha fissato l’obiettivo del 60% di partecipazione degli adulti in attività formative entro il 2030, l’Agenda europea delle competenze e la Comunicazione sullo Spazio europeo dell’istruzione.

Quasi tutti i paesi europei hanno adottato documenti strategici o iniziative politiche a sostegno di adulti con bassi livelli di competenze o basse qualifiche. I principali settori di intervento sono, ad esempio, le agevolazioni per accedere alle opportunità formative, il sostegno formativo individualizzato, o il sostegno economico. In linea con gli altri paesi, l’Italia si è dotata del Piano nazionale di garanzia delle competenze della popolazione adulta inserito nel documento di implementazione della Raccomandazione del Consiglio Percorsi di miglioramento del livello delle competenze: nuove opportunità per gli adulti.

Lo studio si basa sulle informazioni raccolte dalle unità nazionali della rete Eurydice di 37 paesi europei, integrate da dati qualitativi e quantitativi provenienti da altre organizzazioni quali Cedefop, Eurostat e OCSE .

di Erika Bartolini
Unità Eurydice Italia

Scarica il Rapporto Adult education and training in Europe: Building inclusive pathways to skills and qualifications