Istruzione scolastica

Scuola e progetti Erasmus+: aggiornamento sulla mobilità degli alunni all’interno dei partenariati

13/09/2021
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Inizia un nuovo anno scolastico e le molte scuole italiane coinvolte nei progetti Erasmus+ stanno riprogrammando le attività con i partner europei.

Fino dalle prime settimane dallo scoppio della pandemia, per consentire ai beneficiari di portare avanti i propri progetti in situazione di emergenza Covid, la Commissione europea ha consentito dei meccanismi di flessibilità nella gestione delle attività (mobilità virtuale e blended, trasferimenti di fondi, proroghe…) per adattarsi alla situazione di difficoltà soprattutto per quanto riguarda le attuazioni delle mobilità dei progetti.

La decisione sull’opportunità di effettuare o meno una mobilità fisica adesso spetta invece alle scuole, che devono tenere conto di quanto stabilito dai governi nazionali circa le attività scolastiche ammissibili e più in generale su eventuali vincoli o misure da rispettare per chi viaggia (green pass, tamponi, quarantene…)

In particolare per quanto riguarda le scuole, occorre considerare quanto previsto sul Piano scuola 2021-22 a pagina 18:

Viaggi di istruzione e uscite didattiche
Nei territori in zona bianca sarà possibile effettuare uscite didattiche e viaggi di istruzione, purché si permanga in aree del medesimo colore bianco. Lo svolgimento di dette attività sarà effettuato curando lo scrupoloso rispetto delle norme e dei protocolli che disciplinano gli specifici settori (es. visite ai musei, ingresso ai cinema e ai teatri, uso dei mezzi di trasporto, ecc … ), nonché di quelle sanitarie usuali.

Pertanto, risulta superato il blocco delle uscite didattiche previste dal DPCM 2 marzo 2021, purché ci si sposti verso aree a basso rischio e nel rispetto delle norme e dei protocolli di sicurezza.


Agenzia nazionale Erasmus+ Indire, Ufficio Scuola

Ti può interessare anche