Istruzione superiore

Un impulso alla digitalizzazione dell’insegnamento: risultati della TCA di Colonia, 24-25 Nov. 2020

04/01/2021
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 

Ha visto la luce, nonostante l’avvio molto concitato, la conferenza organizzata dall’Agenzia Nazionale Tedesca per l’Istruzione Superiore DAAD dal titolo “Transnational Cooperation Activity Erasmus+ Projects: Teaching and Learning in the Digital Age November 24 2020 Cologne” dedicata agli esperti del settore che, dopo la programmazione inizialmente prevista per l’aprile 2020, si è tenuta, causa COVID, in modalità unicamente virtuale nella giornata del 24 novembre 2020, escludendo la visita della città di Berlino, ma restando comunque fedele, almeno dal feedback ricevuto dai suoi partecipanti, all’obiettivo iniziale: dimostrare l’esigenza irrevocabile di una didattica digitale per nuovi auditors.

Di fatto, l’attività svolta in plenaria, sorta di compendio sugli argomenti trattati nello specifico nelle diverse sessioni organizzate, ha consentito ai partecipanti selezionati dall’Agenzia Nazionale di dislocarsi opportunamente tra i diversi workshop, attraverso personali propensioni ed interessi lavorativi, orientandoli sulla partecipazione a seguire un unico meeting sui tre proposti.

Tema fondamentale, nonché solitamente annoso, trattato durante il convegno, la gestione dei fondi, con particolare attenzione alla replicabilità ed alla sostenibilità finanziaria, analizzato in diversi progetti, contemplati nel seminario tematico. La giornata ha previsto, da ultimo, una sessione plenaria, proiettata nel nuovo programma 2021-27, dal futuristico titolo: “Visions for the Future: Digitalization and (funding) opportunities in Erasmus+ (2021-2027)”, un vero e proprio approccio totalmente digitale al nuovo programma ormai alle porte.

Dalle testimonianze dei partecipanti:

“Ho avuto modo di aggiornarmi sulla didattica online, digitale e blended, entrando in contatto con progetti e linee di ricerca che stanno sviluppando nuove forme didattiche (simulation games, real-time blended learning technologies, virtual teaching, ecc.) e nuove metodologie di raccolta dati basate sulla gestione dei big data”. (M.B. E-Campus, Novedrate, Como).”

Una ennesima conferma del futuro dell’istruzione sempre meno tradizionale, destinato a veicolare antichi contenuti, provenienti da aree tematiche senza alcuna attinenza tra loro, attraverso un più efficace e comunicativo linguaggio, quello del digitale, appunto.

Per i materiali e gli interventi della giornata si rimanda al link: https://eu.daad.de/service/veranstaltungen/2020/de/75228-transnational-cooperation-activity–erasmus-projects-teaching-and-learning-in-a-digital-age/ , alla pagina dedicata sul sito dell’Agenzia tedesca.

 

Michela Bucci
Ufficio Gestionale
Agenzia Nazionale Erasmus+ Indire