Programma

Solidarietà: l’Agenzia Erasmus+ Indire partecipa a Corri la Vita 2021

07/07/2021
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Cultura, dirette social e sport individuale in nome della solidarietà: durante la “Settimana Europea dello Sport”, domenica 26 settembre 2021, torna Corri la Vita, presentata ieri a Firenze nella sede della Regione Toscana dal Presidente Eugenio Giani e dalla fondatrice, Bona Frescobaldi. La manifestazione, tra gli eventi più attesi e partecipati del capoluogo toscano, si prepara a festeggiare la sua XIX edizione con una nuova formula che si allarga a tutta la Toscana, per continuare a promuovere la raccolta fondi destinata a progetti dedicati alla cura e alla prevenzione del tumore al seno.L’Agenzia Erasmus+ Indire è lieta di partecipare, per il terzo anno consecutivo, a questa importante manifestazione, sostenendo i valori dello sport e della solidarietà.

“La partecipazione di Erasmus – dichiara Sara Pagliai, coordinatrice dell’Agenzia Erasmus+ Indire – deriva da una profonda affinità di intenti e di valori, che sono la spinta profonda anche alla mobilità degli studenti e ai tanti progetti in cui si impegnano le scuole, le università, i CPIA, ma anche i tantissimi enti, associazioni, ONG che partecipano al Programma: la voglia di conoscere, di uscire dal proprio guscio, di confrontarsi, di essere attivi e di cambiare il mondo in positivo, a partire da se stessi”.

Lo Sport è sempre più protagonista in Erasmus+ Indire, che ha sede a Firenze: già da quest’anno lo vedrà potenziato a livello decentrato, con la possibilità per le società sportive, ma anche per tante piccole realtà amatoriali, di partecipare a progetti internazionali e ricevere finanziamenti. A fine settembre, inoltre, è in programma la Settimana Europea dello Sport, che si propone di aiutare milioni di cittadini a scegliere uno stile di vita migliore e più salutare. Un’occasione per l’Agenzia di far conoscere le tante opportunità che Erasmus offre, anche le meno note.

Erasmus+ è il programma che ha offerto a oltre 10 milioni di persone la possibilità di studiare, formarsi e fare un tirocinio all’estero e il suo successo non può che continuare e diventare strumento per la ripresa dopo la crisi pandemica.