Time-for-Change

Novità importanti nel 2018 per il Servizio Volontario Europeo

Sara Pietrangeli Corpo europeo di solidarietà, Giovani

La Guida al Programma Erasmus+ 2018 conferma quanto preannunciato in merito allo SVE: la modifica dello scopo geografico e del suo nome.
Dal 2018 i progetti di Servizio Volontario Europeo si chiameranno Progetti di volontariato e non riguarderanno più i Paesi Programma, ma i Paesi Partner vicini ed i Paesi non UE.

Perché questi cambiamenti?
Dal 2018 partirà un nuovo Programma, già noto come Corpo Europeo di Solidarietà, che promuoverà attività di volontariato, tirocinio e lavoro per i giovani e si rivolgerà ai Paesi membri dell’UE. Il nuovo Programma impiegherà gran parte del budget del Servizio Volontario Europeo relativo al periodo 2018-2020, motivo da cui nasce l’esigenza di variare lo scopo geografico dello SVE  in Erasmus+. Dunque, i progetti di volontariato con i Paesi membri saranno finanziati dal Corpo Europeo di Solidarietà, quelli con i Paesi partner da Erasmus+.

A supporto delle organizzazioni accreditate, l’Agenzia Nazionale per i Giovani si propone di:

  • Pubblicare a breve una lista di organizzazioni accreditate e attive che risiedono nei Paesi Partner e non UE, così da facilitare la creazione di nuovi partenariati (lista che non si affiancherà all’EVS Database, punto di riferimento per le organizzazioni accreditate)
  • Organizzare a gennaio 2018 una seconda giornata informativa sui progetti di volontariato e l’accreditamento nell’ambito di Corpo Europeo di Solidarietà ed Erasmus+
  • Continuare ad offrire informazione e consulenza attraverso l’Ufficio preposto
  • Pubblicare a breve una nota inerente i fondi relativi ad Erasmus+, per fare poi altrettanto per il nuovo Programma CES non appena saranno disponibili i relativi documenti (Guida al Programma e application form).