Lancio EPALE - festival Europa 2015

Presentata ufficialmente la piattaforma elettronica EPALE al Festival d’Europa

Alessandra Ceccherelli Educazione adulti, Epale

epale1«La forza di Epale è il luogo dell’incontro e del riconoscimento» con queste parole di Vanna Boffo, docente dell’Università degli Studi di Firenze e responsabile di Ateneo per la RUIAP – Rete Universitaria Italiana per l’Apprendimento Permanente – si racchiude e sintetizza l’importanza e il successo della giornata del 6 maggio a Firenze,  occasione del lancio nazionale della piattaforma elettronica Epale (ePlatform for Adult Learning in Europe) destinata all’apprendimento degli adulti in Europa.

Epale è il luogo dell’incontro in quanto è una community multilingue dove chi opera nel vasto mondo dell’apprendimento degli adulti, nelle sue molteplici dimensioni formali, non formali e informali, può interagire con altri colleghi di tutta Europa per mezzo del forum, dei commenti sotto i blog, della ricerca di partner. Comunicare, interagire e trasmettere conoscenza, idee, notizie, risorse, corsi ed eventi a cui partecipare.

La piattaforma Epale sta crescendo, nuove funzioni sono disponibili e altre lo saranno a breve (cerca partner, archivio di risorse per l’apprendimento degli adulti), ma per dargli vita è necessario commentare i blog tematici, partecipare i dibattiti … far sì che l’incontro, sebbene virtuale, contribuisca a stabilire nuovi contatti, creare collegamenti tra i soggetti interessati, le controparti di altri paesi, altri membri della community.

L’Unità italiana Epale ha bisogno di una squadra per lavorare bene e la Conferenza è stata l’occasione per presentare gli stakeholder, enti e organizzazioni che si occupano a vario titolo dell’educazione degli adulti e che faranno rete con l’Unità nazionale per il successo della piattaforma, e gli Ambasciatori Epale (vedi l’elenco degli Ambasciatori selezionati tramite apposito bando tra gli esperti nazionali in materia), provenienti da ambiti diversi e operanti a livello nazionale, regionale e locale. Ognuno di loro ha dato e continuerà a dare il proprio contributo per l’implementazione della piattaforma con contenuti, dibatti ed eventi di qualità.

IMG_2058-rDopo i saluti di Sara Pagliai, coordinatrice dell’Agenzia Nazionale Erasmus+, e gli interventi di Donatella Amatucci e Enrica Tais del Miur, che ha parlato della riforma nell’istruzione degli adulti in Italia con il passaggio dai CTP ai CPIA, Claudio Vitali di Isfol ha introdotto le tematiche prioritarie dell’Agenda europea rinnovata per l’apprendimento degli adulti.

In programma poi la presentazione di alcuni rappresentanti degli stakeholder: Vanna Boffo, della RUIAP, Pablo Salazar, che ha parlato dell’esperienza del Cesvot nel volontariato, un importante ambito di apprendimento permanente dove si sviluppano competenze trasversali mai sufficientemente riconosciute, infine Gianna Prapotnich e Antonio Loddo degli Uffici Scolastici Regionali delle Marche e della Sardegna.

Tutti gli interventi della giornata hanno sottolineato l’importanza dei questo settore dell’educazione così fortemente legato alla capacità di ripensare i luoghi dell’apprendimento formale, non formale e informale e la nuova piattaforma può divenire uno spazio di approfondimento su temi centrali del lifelong learning . Dai racconti ed esperienze dei protagonisti della Conferenza, provenienti da varie regioni italiane, è emersa una riflessione condivisa sull’apprendimento in età adulta. Momento sognificativo del dibattito, l’attenzione sull’educazione non formale e informale degli adulti che hanno acquisito nel lavoro, nella vita quotidiana e nel tempo libero competenze ‘tacite’ non certificate ma essenziali allo sviluppo personale e professionale di ciascuno. La piattaforma Epale è uno strumento nuovo per condividere strategie e politiche nazionali ed europee che possano far emergere questo capitale dei saperi nascosti, organizzarlo e farlo crescere.

festival_EuropaLa conferenza nazionale di lancio Epale è stato uno dei molti appuntamenti del programma dal titolo “Erasmus+Firenze=Europa” proposto dall’Agenzia Erasmus+ Indire per il Festival d’Europa 2015 cinque giorni che dal 6 al 9 maggio hanno promosso le inziative europee a supporto dell’innovazione e del miglioramento qualitativo dei sistemi in ambito Scuola Università e Educazione degli Adulti per tutti i cittadini.

La giornata si è conclusa con la consegna delle targhe ufficiali ai 17 Ambasciatori Epale, un gesto simbolico per premiare l’impegno e la passione di coloro che intendono e vogliono sviluppare il dibattito dell’educazione degli adulti sul territorio. Il momento conclusivo della Conferenza è stato riservato ad una significativa esperienza di partenariato Grundtvig, “Taste of freedom”, esempio di buona pratica nel mondo dell’educazione in carcere ad opera dello Slow Food di Massa Marittima.

 

In allegato il programma della giornata

 

Guarda una galleria fotografica dell’evento

 

di Martina Blasi, Unità nazionale Epale

e Angela Miniati, Erasmus+ Indire