Istruzione scolastica


Erasmus+ contribuisce alla costruzione dello Spazio europeo dell'educazione, promuove la qualità dell’insegnamento e della formazione, lo sviluppo di competenze chiave per l’apprendimento, le competenze digitali, l’accesso a un’istruzione di qualità per tutti e lo sviluppo dell’identità europea.

Ospitare a scuola

Erasmus+ permette di aprire le porte della scuola alla dimensione europea anche attraverso la possibilità di accogliere insegnanti ed educatori in formazione, alunni e docenti in mobilità da altri paesi o esperti su tematiche di interesse per la scuola. Si tratta di un’esperienza di confronto e arricchimento sia per il personale docente e non docente che per gli alunni.
È possibile beneficiare di questa opportunità, per alcune attività, anche senza avere un progetto Erasmus+ attivo per i Paesi aderenti al Programma

All’interno di un progetto di mobilità KA1

All’interno di Progetti di mobilità di breve durata e Accreditamento è possibile inserire attività di ospitalità

Ospitare insegnanti ed educatori in formazione provenienti da un altro paese
da 10 giorni a un anno
Gli Istituti scolastici possono ospitare insegnanti in formazione, neolaureati o iscritti a un corso di studi per la formazione dei docenti (o per formatori o educatori) in un uno dei paesi partecipanti al Programma per svolgere un periodo di tirocinio nel nostro paese.
L’Istituto ospitante riceve un finanziamento per la realizzazione dell’attività
I costi per il viaggio e il supporto individuale per il partecipante Sono invece a carico dell’organizzazione o Università di invio (che riceve finanziamenti Erasmus+ per questo scopo).

Invitare esperti
da 2 a 60 giorni
Un progetto di mobilità dà anche la possibilità alle scuole di invitare formatori, esperti, politici, professionisti qualificati, provenienti da uno dei paesi partecipanti al programma, che possono portare un contributo significativo allo sviluppo degli obiettivi di formazione e del piano europeo.

Aprirsi a Erasmus+ anche senza un progetto attivo

Ospitare staff e alunni provenienti da scuole di altri paesi
Anche senza avere un progetto attivo finanziato, è possibile proporsi per accogliere a scuola docenti e staff in mobilità per job shadowing o alunni in mobilità individuale o di gruppo, provenienti da uno dei Paesi aderenti al Programma e beneficiare del confronto internazionale e dell’apertura a culture, lingue, sistemi e pratiche didattiche diverse, superando le difficoltà legate alla gestione diretta del progetto e delle mobilità.
Si tratta di un’esperienza di indubbio impatto per la scuola che può rappresentare un primo passo per nuovi progetti.

Come proporsi per ospitare

È possibile indicare la disponibilità del proprio Istituto sulle piattaforme europee eTwinning e School Education Gateway, e sulle stesse piattaforme rispondere a eventuali richieste di scuole di Paesi aderenti al Programma che cercano istituti ospitanti in Italia.

mobilitascuola@indire.it

Scopri di più su questo Settore

Storie e buone pratiche

Pubblicazioni