Istruzione scolastica


Erasmus+ contribuisce alla costruzione dello Spazio europeo dell'educazione, promuove la qualità dell’insegnamento e della formazione, lo sviluppo di competenze chiave per l’apprendimento, le competenze digitali, l’accesso a un’istruzione di qualità per tutti e lo sviluppo dell’identità europea.

Partenariati su piccola scala

I Partenariati di piccola scala (azione KA210-SCH) sono concepiti per ampliare l’accesso al programma e raggiungere scuole e organizzazioni attive nel settore dell’istruzione scolastica, nuove al Programma o con poca esperienza e capacità organizzative. La partecipazione a questa azione può essere il primo passo per sperimentare la cooperazione in dimensione europea.

Rispetto ai Partenariati di cooperazione, hanno durata più breve, requisiti amministrativi più semplici e importi di sovvenzione ridotti e su base forfettaria, in modo da facilitare la gestione del progetto e ridurre le barriere di accesso al Programma.

Obiettivi

  • Favorire la partecipazione di scuole e organizzazioni non esperte del Programma e attori su piccola scala
  • Sostenere l’inclusione di gruppi target in situazione di svantaggio o opportunità
  • Sostenere la cittadinanza attiva e portare la dimensione europea a livello locale

Composizione del partenariato

Almeno 2 scuole o organizzazioni di 2 diversi Paesi aderenti al Programma

Progetti e priorità

I Partenariati di Cooperazione sono ancorati alle priorità e sono strumento concreto per la realizzazione delle principali strategie politiche dell’UE. Per ottenere il finanziamento, i Partenariati devono rispondere ad almeno una priorità orizzontale e/o almeno una priorità del settore Istruzione scolastica.

Priorità orizzontali

Tematiche strategiche trasversali alla progettazione e all’attuazione dei progetti

Oltre a essere tra le priorità orizzontali dell’Azione, tali aspetti devono permeare anche le attività e le modalità di gestione stesse dei progetti.
Per approfondire, eplora la sezione Da sapere

Priorità per il settore Istruzione scolastica
  • Contrastare lo svantaggio nell’apprendimento, l’abbandono scolastico e il basso livello nelle competenze di base
  • Sostenere gli insegnanti, i dirigenti scolastici e le altre professioni dell’insegnamento
  • Sviluppare le competenze chiavePromuovere un metodo globale di insegnamento e apprendimento delle lingue
  • Promuovere l’interesse e l’eccellenza nelle discipline STEM e l’approccio STEAM
  • Sviluppare sistemi di educazione e cura della prima infanzia di qualità
  • Riconoscere i risultati dell’apprendimento dei partecipanti alla mobilità transfrontaliera a fini di apprendimento

Per approfondire Guida al Programma pagg 175-176

Chi si può candidare

Qualsiasi scuola o organizzazione pubblica o privata attiva in qualsiasi ambito dell’istruzione, della formazione della gioventù, dello sport o di altri settori socioeconomici, organizzazioni che svolgono attività trasversali in diversi settori (autorità locali, regionali e nazionali, organizzazioni culturali, ecc ).
La scuola o l’organizzazione si candida a nome di tutti i partner coinvolti nel progetto ed è responsabile della gestione del finanziamento.

Quali attività si possono realizzare nei Partenariati di piccola scala

Inserire esempi di attività possibili
La mobilità deve essere funzionale al raggiungimento degli obiettivi del progetto; non sono ammissibili progetti focalizzati sulla mobilità degli alunni o dello staff.

Durata

Da 6 a 24 mesi.
Da scegliere in fase di candidatura, in base agli obiettivi del progetto e alle attività previste nel tempo.

Finanziamento

Il finanziamento è basato su due possibili somme forfettarie. I candidati sceglieranno tra i due importi predefiniti in base alle attività che vogliono intraprendere e ai risultati che vogliono raggiungere. L’importo totale della sovvenzione per il progetto può essere:

  • 30 000 EUR
  • 60 000 EUR

Scadenze

Due scadenze annuali corrispondenti a due diversi periodi di attività

Round 1: Scadenza 20 maggio 12:00
Round 2: Scadenza 3 novembre 12:00

A chi presentare la candidatura

Agenzia nazionale Erasmus+ Indire
La stessa composizione di partenariato può presentare una sola candidatura a una sola Agenzia nazionale nell’ambito di un invito a presentare proposte.
Helpdesk partenaritatiscuola@indire.it


Preparare il progetto

Un Partenariato su piccola scala si sviluppa in quattro fasi di cui tenere conto con attenzione in fase di progettazione:

  • Pianificazione
    definire i bisogni, gli obiettivi, il progetto e i risultati dell’apprendimento, le tipologie delle attività, il calendario
  • Preparazione
    pianificazione delle attività, sviluppo del programma di lavoro, disposizioni pratiche,
    conferma del/i gruppo/i destinatario/i delle attività previste, accordi con i partner
  • Attuazione delle attività
  • Follow-up
    Valutazione delle attività e del loro impatto a diversi livelli, disseminazione, condivisione e utilizzo dei risultati del progetto.

Presentare la candidatura

La candidatura avviene attraverso una webform, un modulo elettronico da compilare interamente online, dal portale europeo per richiedenti e beneficiari.
Il modulo relativo a questa azione è il KA210-SCH

I passi da seguire:

  • Avere o creare un account EU Login (preferibilmente un account istituzionale) per poter accedere alla webform online
  • Ottenere il codice OID (Organization ID) che dovrà essere inserito nella candidatura
    Per qualsiasi informazione aggiuntiva sul codice OID, consultare la guida alla registrazione dell’organizzazione.
  • Completare il modulo di candidatura, anche in sessioni successive ma comunque entro la scadenza
  • Stampare, firmare (a cura del legale rappresentante) e scannerizzare la dichiarazione sull’onore
  • Inviare la webform online entro la data e l’orario di scadenza prevista

Per maggiori dettagli su tutte le procedure, consulta la sezione generale del sito
Come fare domanda

 

Come viene valutata la candidatura

È importante tenere presenti i criteri qualitativi con i quali verrà valutato il progetto: con i
fondi a disposizione per l’Azione, generalmente l’Agenzia nazionale Indire non riesce a finanziare tutte le candidature e la selezione è a volte molto serrata.

Prendere visione dei criteri e delle relative specifiche aiuta a nella stesura del progetto a porre attenzione agli elementi qualitativamente rilevanti nella valutazione

  • Pertinenza del progetto (massimo 30 punti)
    ·Qualità dell’elaborazione e dell’attuazione del progetto (massimo 30 punti)
    ·Qualità del partenariato e degli accordi di cooperazione (massimo 20 punti)
    ·Impatto (massimo 20 punti)

Per la selezione è necessario ottenere un punteggio minimo di 60 punti e almeno la metà dei punti per ogni criterio

Per maggiori dettagli sui criteri consultare la Guida a pag. 196-197

https://ec.europa.eu/programmes/erasmus-plus/sites/default/files/2021-erasmusplus-programme-guide_v3_en.pdf

Scopri di più su questo settore

Storie e buone pratiche

Pubblicazioni