online_SGE

Stati Generali europei di Erasmus: follow up di una giornata di successo

Alessia Ricci Risultati eventi, Università

 

Sei gruppi di lavoro per sei tematiche sul futuro del Programma Erasmus, dal 2020.
200 studenti internazionali Erasmus per parlarne con cognizione, e tanta passione! Coordinati da team leader di eccezione, forti delle esperienze di mobilità internazionale per studio e per traineeship da loro vissute, gli studenti si sono espressi prima online, durante un mese di consultazione, poi live, in occasione di Erasmus What’s Next, dove hanno votato le migliori proposte.

Di seguito i gruppi di lavoro e i rispettivi coordinatori. Cliccando sul nome di ciascuno è possibile accedere alla presentazione utilizzata il 9 maggio che ricapitola il lavoro svolto online.

1. Enhancement of the quality of Erasmus+ mobility
Group coordinator: Mr. João Pinto, President of ESN International with the support of Mrs. Daphne Scherer, European Parliament

2. Increasing the number of the Erasmus student mobility, pursuing the “Education and Training 2020” (ET 2020) European strategic framework
Group coordinator: Mr. Vittorio Gattari, President of ESN Italy

3. Internationalization of the Erasmus Programme
Group coordinator: Ms. Francesca Valente, Head of the Erasmus unit at Alma Mater University of Bologna

4. Phisical mobility combined with virtual mobility (distance learning) in the Erasmus Programme
Group coordinator: Mr. Pavan Kumar Sriram, President of EMA Erasmus Mundus Association & Ms. Stephanie Arnold, Erasmus student at Alma Mater University of Bologna

5. The Erasmus programme impact on employment and entrepreneurship
Group coordinator: Mr. Stefano Campanari, President of Scambieuropei

6. Communication, dissemination and social impact of the Erasmus Programme
Group coordinator: Ms. Valentina Presa, GaragErasmus Foundation

 

Le proposte emerse dal lavoro svolto online, sono ricapitolate in questa brochure

 

Come anticipato, dopo tanto lavoro sulla piattaforma che ha ospitato il confronto peer to peer, il giorno 9 maggio, presso la Sala della Protomoteca in Campidoglio, riuniti nel convegno internazionale Erasmus What’s Next, Stati Generali europei 2018, gli oltre 200 studenti presenti hanno votato le migliori proposte ed ecco i risultati:

WG 1, miglior proposta con il 40% dei voti: Improvement of student support services: accommodation, physical and online peer-to-peer support, additional financial support to those who need it the most

WG 2, miglior proposta con il 33% dei voti: Simplifying Bureaucracy also thanks to fast and efficient online systems

WG 3, miglior proposta con il 34% dei voti: Harmonisation of higher education systems in Programme and Partner countries, further strengthening the Bologna Process

WG 4, miglior proposta con il 38% dei voti: Creating new forms of mobility through distance learning tools: shared university pathways allowing mobile students to follow modules taught at other universities

WG 5, miglior proposta con il 43% dei voti: Creating a stronger match between the traineeships offered by companies and trainees’ demand (stronger development of erasmusintern.org as the unique European portal)

WG 6, miglior proposta con il 41% dei voti: More and better communication on the Programme, reaching out to the civil society and showcasing achievements, successes and the impact of Erasmus+

 

L’entusiasmo e la passione che questi studenti hanno messo nel lavoro svolto, è testimoniato anche in questo breve video che riepiloga i tanti contributi ricevuti da tutti loro.

 

 

Il Direttore dell’Agenzia Nazionale Erasmus+ Indire, Flaminio Galli dichiara: «L’Erasmus è un Programma che rappresenta al meglio lo spirito di unione e di fratellanza dei popoli europei. Dal 1987, oltre 9 milioni di giovani hanno vissuto un’esperienza di crescita culturale e professionale grazie all’Erasmus. Ma si può e si deve fare ancora di più. Oggi discutiamo insieme a 200 studenti europei alcune proposte di cambiamento in vista della nuova programmazione. L’obiettivo è rendere l’Erasmus uno strumento ancora più efficace di occupazione e di integrazione per le future generazioni».

L’hashtag #erasmusnext è emerso nelle tendenze Twitter del 9 maggio: un primo segnale di buon auspicio per un percorso che continua, con sana ambizione!

La giornata del 9 è stata aperta da figure istituzionali quali il Sindaco di Roma, Virginia Raggi, il Presidente d’Agenzia Nazionale Erasmus+ Indire, Giovanni Biondi, il Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con delega alle politiche e agli affari europei, Sandro Gozi, l’europarlamentare Silvia Costa e il capo della Rappresentanza della Commissione Europea in Italia, Beatrice Covassi.

Poi testimonial quali Brunello Cucinelli, Presidente e AD della Brunello Cucinelli S.p.a. e il Prof. Maurizio Oliviero, ordinario di Diritto Pubblico Comparato all’Università degli Studi di Perugia nonché Ambasciatore Erasmus, hanno lanciato inviti accorati agli studenti internazionali presenti, spronandoli ad osare, a credere in se stessi, ad approfittare di opportunità straordinarie come quelle offerte dal Programma Erasmus, anche ai fini di un più facile inserimento nel mondo del lavoro.

Qui un articolo del Sole24Ore proprio sull’intervento del Presidente Cucinelli e comprensivo di 2 video interviste a studenti che hanno partecipato ai gruppi di lavoro online, presenti in sala.

Video messaggi sono arrivati da due ex studenti Erasmus di eccezione quali Martina Caironi, campionessa paralimpica nel 2012 e nel 2016, e Luca Argentero, attore.

 

 

La gallery fotografica della giornata è disponibile sulla pagina facebook di Agenzia: non perdetela!

Il video completo della conferenza sarà presto disponibile per tutti coloro che non fossero riusciti a partecipare o che volessero rivedersi.

 

 

Alessia Ricci
Ufficio Comunicazione
Agenzia Nazionale Erasmus+ Indire