Il Programma


Storie e buone pratiche

Educazione degli adulti
Inclusione e diversità
Partecipazione
Staff educazione degli adulti

Benessere nell’età avanzata con il corso per educatori di Silver Age Learning

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

In Europa prosegue l’allungamento della vita, con l’aumento costante della popolazione anziana. La terza età spesso diventa un tempo utile per dedicarsi alla socialità e agli affetti ma richiede anche uno spirito di adattamento per fronteggiare i cambiamenti che la accompagnano. Per questo il progetto Erasmus+ Silver Age Learning vuole contribuire a preparare le persone over 60 ad affrontare l’età avanzata con un programma formativo di qualità, finalizzato a renderla più piacevole, dignitosa e indipendente. Allungare il periodo di autosufficienza degli anziani avrà infatti un impatto profondo e positivo non solo su di loro ma sull’intera società. Basti pensare ai servizi di cura per persone non autosufficienti, che nei prossimi decenni potrebbero incidere pesantemente sui costi sociali.

Il partenariato strategico è composto da partner di Repubblica Ceca, Slovenia, Italia, Grecia e Islanda, tutti con esperienze sull’apprendimento e la cura agli anziani, ed è frutto di precedenti relazioni – tra il partner italiano, Provincia di Livorno Sviluppo srl, e il capofila ACZ di Praga, ad esempio – e della partecipazione a nuove reti tematiche sugli anziani.

Il progetto, iniziato a ottobre 2019, andrà avanti per 34 mesi fino a giugno 2022.

Cosa propone il progetto e come lo ha realizzato

Il progetto “Education of Senior Citizens on their Health and Wellness – Silver Age Learning” ha voluto elaborare un percorso educativo che andasse oltre l’offerta tradizionale per anziani con percorsi per il tempo libero o sulle tecnologie informatiche.

Le attività sono iniziate con l’analisi dei temi portanti in relazione alla vita degli anziani quali il processo di invecchiamento, la salute in età avanzata, la cura quotidiana, la routine e la gestione dei problemi di salute, che sono stati declinati in base agli obiettivi da raggiungere come la capacità di sviluppo personale, la conoscenza e l’arricchimento della vita, l’adattamento al passare degli anni e al cambiamento delle proprie condizioni, il mantenimento del benessere fisico e spirituale.

Dall’analisi sono derivate le aree del corso e gli argomenti per il piano formativo, che sono stati tradotti in un programma di 5 moduli con una durata di circa 30 ore ciascuno. Sono: la salute, l’esercizio fisico e l’alimentazione, il benessere intellettivo, la vita sociale e i servizi dedicati agli anziani.

I partner hanno poi iniziato la raccolta dei materiali e la produzione dei testi secondo un format condiviso, l’aggiunta di esercizi e testi di riferimento.

Leggi il programma del corso

Contemporaneamente sono stati elaborati per i docenti i metodi didattici e gli strumenti di valutazione sull’apprendimento degli anziani per ciascun modulo, che andranno a far parte di una Guida metodologica per gli educatori.

Ciascun partner ha sviluppato tutti gli aspetti di un modulo del corso, che traduce nella propria lingua e realizza con un gruppo aula di almeno 10 persone over 60 entro la primavera 2022.

Provincia di Livorno Sviluppo ha coinvolto le associazioni della terza età e dei servizi agli anziani del territorio per sperimentare il modulo sulla “Vita sociale” e per contribuire alla qualità della loro offerta formativa abituale. Il modulo formativo di 30 ore tratta i vari aspetti della vita sociale per mantenersi attivi nella terza età, indica come costruire una rete di relazioni sociali soddisfacenti, sottolinea il valore della rete relazionale e le possibilità offerte dai social network con le reti virtuali. Si evidenzia l’importanza dello scambio intergenerazionale per condividere valori e tramandare la conoscenza, e si affrontano le caratteristiche della casa per organizzare una mobilità in sicurezza e una vita autonoma.   

Difficoltà incontrate nel percorso

Un problema sorto con i formatori della rete locale è stata la metodologia didattica del corso, poiché le organizzazioni del territorio sono abituate a svolgere corsi più informali e per loro rappresenta una sfida applicare un metodo più dettagliato. Migliorare la qualità dell’offerta didattica per gli anziani era infatti uno degli obiettivi del progetto, verrà valutato durante l’attuazione del corso come saranno accolte le innovazioni proposte dal programma.

Gli incontri di progetto e la collaborazione oltre la pandemia

Dopo il primo incontro in presenza a Praga (ottobre 2019) i partner si sono sempre tenuti in contatto, soprattutto durante l’emergenza sanitaria, che ha comportato il trasferimento dei meeting on line (come a Reykjavík, giugno 2020, e a Celje, gennaio 2021) e un’intensificazione degli scambi virtuali per mantenere i tempi previsti dal progetto. Il workshop per formatori a Praga (settembre 2021) ha riunito un gruppo di docenti dai paesi partner per verificare la metodologia e concordare una linea comune in preparazione della sperimentazione nei singoli paesi. L’andamento della pandemia ha consentito di svolgere in presenza l’incontro finale a Livorno, dal titolo “L’apprendimento nella terza età: le sfide di Erasmus+”, organizzato in occasione degli ErasmusDays il 14 ottobre 2021. Ad Atene è previsto il meeting finale.

Impatto e prospettive future

La realizzazione del programma formativo è il cuore del progetto e in alcuni paesi – come l’Islanda – che hanno già iniziato le attività in aula con alcuni gruppi di anziani, l’impatto del programma formativo su discenti e insegnanti è molto positivo.

Il corso potrà essere adottato dalle università della terza età e dalle organizzazioni che si occupano degli anziani del territorio, che sono state coinvolte nella rete locale del progetto e hanno manifestato un grande interesse sul tema. Questi stakeholders partecipano anche al progetto Erasmus+ Smart Seniors, di cui Provincia Livorno e Sviluppo è capofila, che rappresenta uno step ulteriore per il benessere degli anziani: la partecipazione attiva alla società e la trasmissione dei valori fondanti l’UE ai giovani tramite l’adesione alle mobilità di Erasmus.  

Per approfondire:

logo progetto SAGE

Federica Lessi
Provincia di Livorno Sviluppo srl
0586 257257 – f.lessi@provincialivornosviluppo.it

Ti può interessare anche