Alternanza-scuola-lavoro
Buone pratiche
INDIRE
KA2
SCUOLA

Il progetto Erasmus+ DESCI – Alternanza scuola lavoro per connettere scuola, ricerca, imprese e territorio

DESCI

L’elevato tasso di disoccupazione giovanile, il livello di abbandono scolastico precoce, la discrepanza tra i profili in uscita dai percorsi formativi e le competenze richieste dal mondo del lavoro rappresentano, ormai da decenni, alcuni tra i più urgenti fenomeni sociali da contrastare per promuovere l’equità sociale e ridare competitività ai sistemi economici europei.
In quest’ambito, diventa centrale la capacità dei sistemi formativi di intraprendere percorsi di dialogo e consolidamento della collaborazione con la realtà culturale, scientifica, aziendale in cui sono immersi.

Il progetto DESCI – Developing and Evaluating Skills for Creativity and Innovation, vuole cogliere nell’alternanza scuola lavoro (ASL) e nelle declinazioni che essa assume nei diversi sistemi educativi europei, un’occasione per rafforzare la connessione tra scuola, mondo della ricerca, imprese e territorio. Il progetto è coordinato dall’Istituto di Ricerca sulle Popolazioni e le Politiche Sociali del CNR con il coinvolgimento di altri 8 partner provenienti da enti di ricerca, scuole, università e imprese di Italia, Spagna e Grecia, e finanziato nell’ambito del Programma Erasmus+ KA2 scuola.

L’obiettivo è sviluppare, attraverso un processo partecipato di progettazione e sperimentazione, un modello di Alternanza scuola lavoro (ASL) declinabile a livello europeo, che accresca la capacità della scuola di dialogare con il mondo del lavoro e con il territorio, come anche di promuovere negli studenti quelle soft skills e competenze trasversali necessarie ad accrescerne l’occupabilità e a consentire a ciascuno di agire in modo consapevole nella propria sfera individuale e sociale, promuovendo processi di innovazione e inclusione sociale. Il modello di ASL sviluppato in DESCI pone dunque la scuola al centro, rendendola uno spazio di costruzione comune di conoscenza aperto al territorio e alla comunità locale, un “incubatore” di innovazione e creatività, in cui gli studenti, inseriti in un ambiente Living Lab[1] e guidati da insegnanti, tutor d’impresa e mondo della ricerca, sviluppano prodotti e servizi innovativi sostenibili socialmente, ecologicamente ed economicamente.

Toolkit per docenti, per studenti e per la valutazione

Nell’ambito del progetto sono stati realizzati 3 Toolkit (Teacher Toolkit, Student Toolkit e Evaluation Toolkit) che forniscono strumenti, indicazioni metodologiche e di processo, linee guida ed esempi di pratiche realizzate, per supportare le scuole nella progettazione e realizzazione di percorsi di ASL che seguano l’approccio DESCI.

Alcuni momenti della fase di sperimentazione a.s. 2016-2017

Alcuni momenti della fase di sperimentazione a.s. 2016-2017

Attraverso un processo di progettazione e implementazione partecipata tutti e tre i Toolkit vengono:

  • testati sul campo, in contesti reali, in Italia, Spagna e Grecia durante gli anni scolastici 2016/2017 e 2017/2018.
    Il processo di sperimentazione è finalizzato a restituire un riscontro opertivo sulla struttura generale dell’approccio DESCI, sulla usabilità ed efficacia dei Toolkit e a suggerire modifiche utili a superare le criticità incontrate;
  • sottoposti a un processo continuo di analisi e valutazione da parte delle commissioni consultive nazionali (DESCI National Advisory Board) composte da esperti negli ambiti della didattica, formazione, valutazione, mondo del lavoro, ricerca e politiche sociali;
  • condivisi con gli attori sociali (docenti studenti, ricercatori, comunità, imprese, organizzazioni del terzo settore, decisori pubblici), durante gli annuali “eventi moltiplicatori” (Officine sull’Alternanza), che rappresentano al contempo un momento di indagine (sulle metodologie e le competenze), di implementazione (dei Toolkit e degli scenari applicativi) e di disseminazione (di costruzione di reti per la diffusione delle pratiche sperimentate). Durante questi eventi, un ampio gruppo di attori sociali viene invitato ad individuale punti di forza e debolezza dei 3 Toolkit e possibili scenari di applicazione del modello DESCI.
Officina Desci 2017, roma 14-15 novembre

Officina Desci 2017, Roma 14-15 novembre

I NUMERI DI DESCI, a oggi

  • 340 studenti durante la fase di sperimentazione dei Toolkits nelle 3 scuole partner;
  • 3 DESCI National Advisory Board, che coinvolgono permanentemente ricercatori, decisori pubblici, insegnanti e rappresentanti del mondo del lavoro nella riflessione sui percorsi e gli strumenti elaborati in DESCI;
  • 220 attori sociali/stakeholder durante i primi 4 “eventi moltiplicatori” (Officine sull’Alternanza);

In dettaglio, a oggi sono stati coinvolti nelle attività progettuali 30 scuole, 20 imprese, 12 decisori pubblici, avviate collaborazioni con enti di ricerca e reti che operano anche nell’alternanza, quale DicultHer e con altri progetti Erasmusplus.

di Adriana Valente e Claudia Pennacchiotti
Consiglio Nazionale delle Ricerche
Istituto di Ricerche sulla Popolazione e le Politiche Sociali, Roma
 

 

[1] Il Living Lab è “un ambiente aperto di innovazione, inserito in situazioni di vita reale, nel quale il coinvolgimento attivo degli utenti finali consente di realizzare percorsi di co-creazione di nuovi servizi, prodotti e infrastrutture sociali” (European Network of Living Labs)


Per approfondire

Il sito del progetto DESCI
La brochure di presentazione del progetto
http://www2.irpps.cnr.it/comese/developing-and-evaluating-skills-for-creativity-and-innovation-desci/
Video dell’Officina sull’Alternanza 2017

Partner di progetto