Sport


Il Programma Erasmus+ promuove la mobilità ai fini dell’apprendimento del personale sportivo e una cooperazione fondata sui principi di qualità, inclusione, creatività e innovazione a livello di organizzazioni e politiche sportive, con particolare attenzione agli sport di base.

L’obiettivo è quello di valorizzare il ruolo che lo sport svolge nel promuovere l’attività fisica, uno stile di vita sano, le relazioni interpersonali, l’inclusione sociale e l’uguaglianza e contribuisce a promuovere i valori comuni europei, il buon governo e l’integrità nello sport.

Per far questo, Erasmus+ sostiene:

  • la mobilità del personale sportivo (art. 12);
  • i partenariati, anche di piccola scala, per la cooperazione e lo scambio di pratiche, finalizzati a promuovere un accesso più ampio e inclusivo al programma e gli eventi sportivi senza scopo di lucro che mirano a sviluppare la dimensione sportiva europea e a promuovere questioni rilevanti per lo sport di base (art. 13);
  • la preparazione e l’attuazione dell’agenda politica dell’Unione nel settore dello sport e dell’attività fisica; il dialogo politico e la cooperazione con i pertinenti portatori di interessi, comprese le organizzazioni europee e le organizzazioni internazionali nel settore dello sport; le misure che contribuiscono all’attuazione inclusiva e di elevata qualità del programma; la cooperazione con altri strumenti della UE ed il sostegno ad altre sue politiche; le attività di diffusione e sensibilizzazione sulle priorità e sui risultati delle politiche europee e sul Programma (art. 14).

Il budget del Programma Erasmus+ previsto per il settore dello sport ammonta a circa 40 milioni di euro ed è destinato alla realizzazione dei seguenti obiettivi:

  • offrire più inclusione sociale e accessibilità;
  • creare un ambiente sostenibile;
  • promuovere l’uso digitale e lo sviluppo delle capacità tecnologiche;
  • migliorare la partecipazione attiva della società;
  • migliorare le sinergie tra i diversi regimi (istruzione, lavoro, giovani, formazione, ecc).

Questi dovranno essere sviluppati attraverso le seguenti linee di azione:

  • incoraggiare la partecipazione allo sport e all’attività fisica;
  • sostenere la settimana europea dello sport;
  • promuovere l’educazione sportiva;
  • combattere la violenza, il razzismo, la discriminazione, l’intolleranza nel campo dello sport;
  • sviluppare le competenze e la carriera degli sportivi.

Il Programma è gestito a livello centralizzato dalla Commissione europea e in Italia l’ente di riferimento per ricevere informazioni è il Dipartimento per lo Sport alla Presidenza del Consiglio dei Ministri.