Gioventù


Giovani, animatori socioeducativi, organizzazioni del settore della Gioventù e dell’educazione non formale dei giovani hanno la possibilità di partecipare ad attività di mobilità a fini di apprendimento in un altro Paese europeo, o al di fuori dell’Europa, partecipando o presentando progetti basati su metodi di educazione non formale e informale. Acquisiscono così nuove conoscenze e competenze essenziali per il loro sviluppo personale, socioeducativo, professionale.

Erasmus+ per i giovani

Il capitolo Gioventù di Erasmus+ è rivolto a giovani tra i 13 ed i 30 anni, animatori socioeducativi e tutte le persone attive nel settore della gioventù e dell’educazione non formale dei giovani. La partecipazione alle opportunità offerte avviene attraverso la presentazione di progetti e la richiesta di un contributo finanziario da parte di organizzazioni, enti locali e gruppi informali di giovani, mai da parte di singoli giovani.

I partecipanti possono fare esperienza di mobilità in un altro Paese europeo, o al di fuori dell’Europa, presentando o partecipando a progetti basati su metodi di educazione non formale e informale, acquisendo nuove conoscenze e competenze essenziali per il proprio sviluppo personale e socioeducativo. L’apprendimento non formale avviene al di fuori dei programmi di istruzione e formazione formale, prevede un approccio partecipativo, l’adesione è su base volontaria ed è strettamente collegato alle necessità e agli interessi dei giovani. L’apprendimento informale avviene attraverso le iniziative giovanili, le discussioni fra gruppi di pari, le attività di volontariato.

Il settore Gioventù ha tra i suoi specifici obiettivi la mobilità per l’apprendimento non formale e informale, la partecipazione attiva dei giovani, l’inclusione, la creatività

Tre priorità chiave

Un Erasmus+ “più inclusivo e accessibile”, pensato per raggiungere giovani con esigenze specifiche o con minori opportunità e organizzazioni diversificate;

Una dimensione digitale rafforzata, che affronti l’esigenza di migliori infrastrutture e connettività, nonché l’accesso a strumenti digitali per lo sviluppo di abilità e competenze digitali, essenziali per partecipare pienamente alla società civile e alla democrazia;

Un Erasmus+ “più verde”, che dimostri l’importanza di affrontare le sfide del cambiamento climatico, da ora e per il futuro.
Clicca qui per approfondire

Opportunità per i giovani per

Schema gioventù

Scopri di più su questo Settore