Educazione degli adulti
Erasmusdays
Inclusione e diversità
Partecipazione

Circoli di lettura per ricostruire il tessuto sociale. L’Erasmus Day di “Eu Reading Circles”

21/10/2021
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il 15 ottobre, in occasione degli #ErasmusDays, si è svolto a Chieti il seminario “I Gruppi di lettura in Europa: condividere esperienze per l’inclusione e la partecipazione sociale”, promosso dall’Università G. d’Annunzio di Chieti – Dipartimento di Lettere, Arti e Scienze Sociali – e dall’Associazione Culturale SmartLab Europe (Pescara) in collaborazione con l’Unità Nazionale Epale Italia, per condividere i risultati intermedi del progetto EU Reading Circles.

Dopo i saluti della prof.ssa Enrichetta Soccio – Delegata del Rettore per il Programma Erasmus e la Mobilità Internazionale, e il video saluto di Sara Pagliai, Coordinatrice Erasmus+ Indire, i lavori sono stati aperti dalla prof.ssa Ilaria Filograsso che ha sottolineato l’importanza della promozione della lettura direttamente collegata al benessere della comunità, ragione che ha spinto l’Università di Chieti a entrare nel partenariato del progetto.

“EU Reading Circles” ha come obiettivo di accrescere negli adulti le competenze di Literacy oltre che le abilità comunicative e sociali, indispensabili per l’esercizio della cittadinanza attiva e l’integrazione. Il primo passo verso questa direzione è l’acquisizione di dati utili per costituire una mappa dei gruppi di lettura presenti sul territorio locale ed europeo.

“Implementare i gruppi di lettura” – ha sottolineato Annarita Bini, presidente SmartLab Europe e Ambasciatrice Epale – “è fondamentale come pure la formazione di operatori culturali che possano attivarli e guidarli nei loro territori, in modo da creare una collaborazione fattiva ed efficace con le altre agenzie formali e non formali per contrastare le povertà educative”.

La risposta del territorio a questi primi mesi del progetto è stata molto positiva. “Vedere una partecipazione così viva all’argomento in questione” – ha proseguito Bini – costituisce il primo passo per l’attivazione e costituzione di reti nel territorio da garantire una migliore riuscita del progetto nel territorio locale”.

La mappatura attuale dei gruppi di lettura abruzzesi, illustrata da Elisa Maia – Ph D in Scienze Umane, secondo l’indagine effettuata attraverso la compilazione di un questionario online composto da 39 domande nel periodo febbraio-luglio 2021, riporta la presenza di 29 gruppi (45% a Pescara; 24% a Chieti; 21% a L’Aquila; 10% a Teramo).

Al seminario, che ha avuto un’alta adesione di pubblico sia in presenza che online, era presente anche Maria Rita Paoni Sacconi, Assessore alla cultura e all’Erasmus del Comune di Pescara che ha di recente rinnovato la Rete Permanente del Libro e della Lettura della Città di Pescara.

Un incontro speciale, dove la lettura ha ripreso un ruolo assoluto e dove la “cura dell’altro è vista come possibilità di ascolto”. Occorre pertanto promuovere i gruppi di lettura come luoghi di autonarrazione.

fonte: metronews24.it

Video sintesi dell’incontro e interviste ai relatori:

.

.

Per approfondire in Epale:

Ti può interessare anche