Il Programma


Storie e buone pratiche

Formazione professionale

Evaluating Catering and Hospitality Skills for Young Workers and Through ECVET.4 PRO

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 

Il progetto

 ECVET.4 PRO, coordinata da Istituto Professionale per i Servizi Alberghieri e della Ristorazione “Luigi Carnacina” di Bardolino è una buona prassi di Mobilità transnazionale finanziata in Erasmus+ nel 2019, che si configura come la naturale prosecuzione delle analoghe esperienze di mobilità europea a lungo termine realizzate con successo dal 2004 ad oggi.
Il progetto ci è sviluppato nell’ambito della rete transnazionale CHASE (Consortium of Hospitality & Accommodation Schools of Europe), il cui nucleo originario opera da ben 28 anni e che include oggi 17 Istituti, sia d’invio che riceventi su base reciproca.

Nell’arco di tempo tra il Settembre 2019 e il Febbraio 2020, sono stati previsti tirocini aziendali di 22 settimane in 11 paesi europei per 30 neodiplomati del settore alberghiero, inoccupati, che hanno migliorato le proprie competenze per un più qualificato inserimento nel mondo del lavoro. I partecipanti sono stati accolti per 4 settimane in gruppi multietnici presso le scuole ospitanti, che hanno garantito l’ospitalità e un programma di lezioni pratiche, di lingua e di visite/escursioni; i partecipanti sono stati poi inseriti per le restanti 18 settimane in aziende ristorativo-alberghiere selezionate, nei settori di cucina o sala-bar/ricevimento a scelta. Ai tutor scolastici si sono affiancati i mentori aziendali.

E’ stata prevista inoltre la prosecuzione della sperimentazione della documentazione di supporto al sistema europeo ECVET (in particolare Memorandum of Understanding e Learning Agreement) all’interno del partenariato per la certificazione condivisa delle competenze acquisite dai partecipanti.
Il progetto ha inteso rispondere all’esigenza dell’industria dell’ospitalità, a livello locale e internazionale, di poter contare su personale sempre più qualificato professionalmente e preparato ad affrontare la nuova complessità organizzativa, affiancando alle conoscenze tradizionali competenze tecniche innovative tipiche delle nuove figure professionali del Food+Beverage. Cruciali, anche nella prospettiva di nuove possibilità occupazionali, sono la cooperazione tra le scuole e le piccole e medie imprese, le imprese ristorativo/alberghiere ospitanti, nonché l’ampio partenariato locale, che da anni include enti locali (Comuni-Provincia di Verona-Veneto Lavoro), il locale Ente Bilaterale del Turismo, la Federalberghi Garda Veneto, imprese, parti sociali: a questi è richiesto, sulla base delle singole competenze, supporto attivo e collaborazione nella progettazione e disseminazione.

 

Paesi Partner

Regno unito, Germania, Francia, Belgio, Finlandia, Islanda, Lettonia, Olanda e Svezia