Formazione professionale


Erasmus+ contribuisce all'Agenda europea delle competenze sostenendo lo sviluppo professionale e il rafforzando delle competenze chiave e trasversali. Promuove attivamente l'inclusione, la diversità, l’ecosostenibilità e l'istruzione digitale, condividendo le migliori pratiche e rinforzando l'internazionalizzazione dell'istruzione e formazione professionale

Partenariati di cooperazione

L’obiettivo principale dei partenariati di cooperazione è permettere alle organizzazioni di accrescere la qualità e la pertinenza delle loro attività, sviluppare e rafforzare le proprie reti di partner, aumentare la capacità di operare congiuntamente a livello transnazionale favorendo l’internazionalizzazione delle attività, scambiando e sviluppando nuove pratiche e nuovi metodi come pure condividendo e confrontando le idee. Essi mirano a sostenere lo sviluppo, il trasferimento e/o l’applicazione di pratiche innovative e l’attuazione di iniziative congiunte che promuovono la cooperazione, l’apprendimento tra pari e gli scambi di esperienze a livello europeo. I risultati dovrebbero essere riutilizzabili, trasferibili, amplificabili e, se possibile, dovrebbero avere una forte dimensione transdisciplinare. I risultati delle attività dei progetti selezionati dovranno essere condivisi a livello locale, regionale, nazionale e transnazionale.

I partenariati di cooperazione si fondano sulle priorità e sui quadri strategici di ciascun settore Erasmus+, a livello europeo e nazionale, e mirano a produrre incentivi per la cooperazione intersettoriale e orizzontale a livello di aree tematiche.

Obiettivi

  • aumentare la qualità del lavoro, delle attività e delle pratiche delle organizzazioni e delle istituzioni coinvolte, aprendosi a nuovi soggetti normalmente non inclusi in un settore;
  •  sviluppare la capacità delle organizzazioni di lavorare a livello transnazionale e intersettoriale;
  • rispondere alle necessità e alle priorità comuni nel campo dell’istruzione, della formazione, della gioventù e dello sport;
  • rendere possibile la trasformazione e il cambiamento (a livello individuale, organizzativo o settoriale) in quanto veicoli di miglioramento e nuovi approcci, proporzionalmente al contesto di ogni organizzazione.

Priorità

Priorità orizzontali

Oltre a essere tra le priorità orizzontali dell’Azione, tali aspetti devono permeare anche le attività e le modalità di gestione stesse dei progetti.
Per approfondire, esplora la sezione Da sapere

Priorità settore formazione
  • Adattare l’istruzione e formazione professionale alle esigenze del mercato del lavoro
  • Aumentare la flessibilità delle opportunità nell’istruzione e formazione professionale
  • Contribuire all’innovazione nell’istruzione e formazione professionale
  • Aumentare l’attrattiva dell’IFP
  • Migliorare la garanzia della qualità nell’istruzione e formazione professionale
  • Creare e attuare strategie di internazionalizzazione per gli erogatori di IFP

Chi si può candidare

Qualsiasi organizzazione pubblica o privata stabilita in uno Stato membro dell’Ue o in Paese terzo associato al programma. Tale organizzazione presenta la domanda per conto di tutte le organizzazioni partecipanti coinvolte nel progetto.

Composizione del partenariato

Almeno tre organizzazioni di tre diversi Stati membri dell’UE e Paesi terzi associati al programma. Non esiste un numero massimo di organizzazioni partecipanti a un partenariato.

Come regola generale, i partenariati di cooperazione mirano alla cooperazione tra le organizzazioni stabilite negli Stati membri dell’UE e nei Paesi terzi associati al programma. Tuttavia, se la loro partecipazione apporta un valore aggiunto essenziale al progetto e purché sia rispettato il requisito della partecipazione di almeno tre organizzazioni di tre diversi Stati membri dell’UE e di paesi terzi associati al programma, possono essere coinvolte come partner (non come richiedenti) anche organizzazioni di paesi terzi non associati al programma.

I Partenariati di Cooperazione devono rispondere ad almeno una priorità orizzontale e/o almeno una priorità del settore Istruzione e Formazione professionale

Durata

Da 12 a 36 mesi.

La durata deve essere stabilita nella fase di presentazione delle candidature, in base agli obiettivi del progetto e al tipo di attività pianificate nel tempo.

La durata di un partenariato di cooperazione può essere estesa, su richiesta giustificata del beneficiario e con l’accordo dell’agenzia nazionale o dell’Agenzia esecutiva, purché la durata complessiva non superi i 36 mesi. In tal caso la sovvenzione totale non cambierà.

Finanziamento

La sovvenzione totale assegnata a un progetto è di importo variabile, con un minimo di 100.000 EUR e un massimo di 400.000 EUR.

Scadenze

Unica scadenza annuale – Consulta le Scadenze

A chi presentare la candidatura

Agenzia nazionale Erasmus+ Inapp (IT01)

Lo stesso partenariato può presentare una sola candidatura a una sola Agenzia nazionale nell’ambito di un invito a presentare proposte,

Scopri di più su questo Settore

Storie e buone pratiche

Pubblicazioni