Educazione degli adulti
Istruzione scolastica
Istruzione superiore
Inclusione e diversità
Partecipazione

Con P.E.A.C.E. Erasmus+ va nelle scuole di Napoli: tantissimi studenti, curiosità e voglia di partecipare

23/12/2022

Partecipazione civica e inclusione: 2 priorità strategiche del Programma Erasmus+ nel cuore dell’Agenzia nazionale Erasmus+ INDIRE: per un’Europa più giusta, con i valori comunitari al centro, l’obiettivo di creare sinergie e cooperazioni internazionali di lungo termine, per non lasciare indietro nessuno.

Nei giorni dal 18 al 21 dicembre scorso, Napoli ha respirato questo spirito grazie alla conferenza europea “Erasmus+ contribution to European civic participation” nell’ambito della più ampia iniziativa “PEACE” a cura dell’Agenzia nazionale Erasmus+ Indire.

Presenti nella città partenopea Ambasciatori scuola, rappresentanti del mondo dell’educazione degli adulti, Role Model e Alumni dell’istruzione superiore provenienti da tutta Europa, riuniti per crescere insieme e trasferire i valori Erasmus+.

Martedì 20 dicembre in particolare, delegazioni internazionali accompagnate dal personale dell’Agenzia nazionale, sono state accolte da ben 13 scuole del territorio per l’iniziativa “Erasmus goes to town”.

Con il prezioso supporto dell’USR Campania, e in particolare grazie al lavoro organizzativo della funzionaria Gabriella Zoscgh, sono stati coinvolti: il CPIA2, l’IC Adelaide Ristori, l’IC Sarria Monti, l’IPSSEOA Esposito Ferraioli, l’IS Casanova, l’IS Caselli, l’IS Nitti, l’IS Vittorio Emanuele, l’ISIS Caruso, l’ISIS Giustino Fortunato, il liceo artistico di Napoli, il liceo statale Vittorini, il polo tecnico Fermi Gadda.

Centinaia di studenti hanno avuto, in questo modo, l’occasione di conoscere o approfondire le opportunità di formazione, mobilità internazionale e scambi che il Programma offre, a tutti.

L’attenzione degli studenti, la curiosità, l’interazione, sono state altissime. L’energia e la commozione che i ragazzi hanno regalato alle delegazioni altrettanto. Riportiamo qualche report raccolto nei vari istituti coinvolti.

IPSSEOA Esposito Ferraioli

Bellissima giornata dal respiro internazionale quella organizzata all’IPSSEOA Ferraioli che ha portato un po’ di Europa nella scuola, grazie alla partecipazione dei colleghi provenienti da Spagna, Portogallo, Croazia e Germania.
Le tante esperienze raccontate con passione hanno cercato di trasmettere ai ragazzi i valori dell’Erasmus: partecipazione, pace, rispetto dell’altro; con i loro racconti, i partecipanti ci hanno condotto lungo il Cammino di Santiago, ci hanno portato fino alle montagne austriache coperte di neve; commovente la poesia dedicata al Programma.
I ragazzi si sono dimostrati molto interessati, partecipando vivacemente al confronto.
E visto che Erasmus vuol dire condivisione, la giornata si è conclusa allegramente degustando le prelibatezze locali cucinate dagli stessi ragazzi, ai quali non possiamo che augurare un futuro radioso e pieno di opportunità.

IIS Vittorio Emanuele II

Sono state 9 le insegnanti alumni Erasmus+ che hanno visitato l’IIS Vittorio Emanuele II nel quartiere Fuorigrotta, a Napoli.
La platea, composta da oltre 200 studenti del quarto e quinto anno, ha avuto modo di ascoltare le esperienze, di mobilità e di vita, riportate da parte di docenti di Croazia, Svezia, Turchia, Polonia e Italia. A seguire, sono state illustrate le opportunità di partecipazione alle varie azioni del Programma, sia in ambito scuola e volontariato, sia in ambito universitario e professionale VET. Nel corso dell’evento è stata promossa anche la piattaforma europea eTwinning, per lo scambio collaborativo a distanza tra docenti e scuole. 

I.S. Caruso

La delegazione di “Erasmus goes to Town”, composta da 2 ambasciatrici scuola italiane, un alumno tedesco, un professore croato, un’educatrice spagnola e una collega dell’Agenzia Erasmus svedese, è stata accolta con grande entusiasmo da circa 100 studenti dell’I.S. Caruso.

L’evento è iniziato con la presentazione delle attività dell’Istituto del professor Zammartino. Successivamente i testimoni Erasmus hanno presentato la loro esperienza nel Programma Erasmus destando molto interesse da parte degli studenti. 

Da sottolineare il commento di una studentessa, che molto emozionata, ha affermato quanto i racconti fossero importanti perché trasmettevano un messaggio di possibilità e di speranza per il futuro.

IC Sarria Monti

L’Istituto Comprensivo Sarria Monti, nel quartiere di San Giovanni a Teduccio, ha accolto la delegazione di partecipanti da Belgio, Spagna, Germania, Polonia e Italia nel cortile esterno della scuola con varie performance degli alunni, che si sono esibiti come sbandieratori, cantanti e ballerini. Erano presenti anche molte insegnanti che hanno condotto le classi prime, seconde e terze della media in tutte le esibizioni. La mattinata è proseguita nella scuola dove i partecipanti europei hanno potuto raccontare in lingua inglese le loro esperienze Erasmus+. I racconti hanno suscitato moltissimo interesse e attenzione da parte del gruppo di circa 30 alunni, che hanno seguito le presentazioni. Tantissime le domande da parte dei più giovani, che si sono anche cimentati in un quiz organizzato in modo estemporaneo dall’insegnante spagnola di musica, che era parte della delegazione in visita alla scuola.

Da sottolineare i racconti in lingua inglese di due studenti dell’Istituto comprensivo, che con grande emozione hanno ringraziato Erasmus per aver dato loro la prima opportunità di uscire dal loro quartiere e fare esperienze che ricorderanno tutta la vita!

ISIS Giustino Fortunato

Giornata di incontro e di condivisione alla scoperta delle opportunità del programma Erasmus+ con oltre cinquanta studentesse e studenti dell’Istituto Statale di Istruzione Superiore “Giustino Fortunato” di Napoli, che hanno ascoltato le esperienze raccontate in lingua inglese, da parte di rappresentanti provenienti da Polonia, Croazia, Francia, Portogallo, Austria e Italia.

Tra i tanti argomenti trattati, gli studenti hanno avuto modo di approfondire come intraprendere l’esperienza di mobilità a scuola o in ambito universitario, le principali curiosità, i vantaggi e le sfide del Programma per il percorso di crescita di ciascuno. A seguire, alcuni studenti hanno presentato la propria esperienza Erasmus ai compagni e alla delegazione. Infine, la visita si è conclusa con un pranzo preparato dagli studenti e dai docenti della sezione alberghiera della scuola. 
Grazie ancora all’Istituto Giustino Fortunato di Napoli, alla Dirigente scolastica Prof.ssa Angela Petringa e allo staff della Dirigenza per la premurosa ospitalità.

IC Adelaide Ristori

“Erasmus è partecipazione” recita una cartolina per la diffusione della buona pratica di educare i nostri alunni alla conoscenza di altre culture. Peace per Civic Engangement è l’auspicio, mai come in questo periodo storico che ci auguriamo tutti. Educare alla pace parte proprio dalla conoscenza dell’altro e l’incontro avutosi con esponenti a vario titolo e provenienza dell’Erasmus+ con gli alunni della nostra scuola Ristori ha raggiunto lo scopo. Lingue diverse dal rumeno al polacco al francese, l’inglese, lo spagnolo, l’italiano e il napoletano non hanno impedito il veicolo del messaggio: Erasmus+ dà la possibilità di arricchire la vita ed aprire la mente. È quello che auguriamo ai nostri ragazzi del futuro

Liceo Scientifico e Linguistico Elio Vittorini

Una delegazione composta da 9 persone tra ambasciatori, alumni, role model e partecipanti all’evento PEACE di Napoli è andata a visitare il Liceo Scientifico e Linguistico Elio Vittorini. Oltre 150 studenti e studentesse hanno avuto modo di ascoltare le esperienze, raccontate in lingua inglese, da parte di rappresentanti provenienti da Polonia, Germania, Turchia, Spagna e Ungheria. A seguire, sono state illustrate le opportunità di partecipazione alle varie azioni del Programma, sia in ambito scuola e volontariato sia, per il futuro, in ambito universitario. Nel corso della mattinata, alcuni giovani dell’Istituto hanno presentato la propria esperienza Erasmus ai compagni e alla delegazione.

Polo tecnico Fermi Gadda

Oltre 150 ragazzi e ragazze ad accogliere role model, alumni e ambasciatori da Germania, Spagna, Repubblica Ceca, Francia e Croazia. Questi hanno raccontato le paure che si possono provare prima di imbarcarsi nell’avventura di vita targata Erasmus+ ma anche le tante emozioni e gli aneddoti divertenti che si vivono una volta compiuto il passo. La raccomandazione comune è stata quella di non perdere le opportunità che il Programma offre perché davvero possono rappresentare una risorsa e un’occasione di grande riscatto. La rete sociale che si crea, le competenze linguistiche che si acquisiscono al pari delle soft skills, competenze trasversali utili nel lavoro come nella vita. Il valore delle esperienze internazionali è oltremodo riconosciuto dal mondo del lavoro e, così, a maggior ragione, è importante vivere esperienze Erasmus+. L’inclusione è stata un punto fermo, ricordando il contributo economico, aggiuntivo, dedicato a categorie svantaggiate o persone con disabilità. Tutti possono e devono partecipare: questo è il messaggio emerso nella mattina trascorsa insieme. La platea si è precipitata dagli ospiti al termine della sessione plenaria per ringraziarli e rivolgere loro mille domande, regalando un’emozione e una soddisfazione uniche. Noi auguriamo loro di poter vestire quegli stessi panni a brevissimo e, così, diventare protagonisti di tante storie Erasmus il prima possibile!

Istituto Superiore Caselli – Real Fabbrica di Capodimonte

Nel cuore della città ma immerso in un’altra dimensione, quella del bellissimo bosco reale di Capodimonte, l’istituto Caselli ha accolto la delegazione Erasmus+ tra le sue mura ricche di storia umile e nobile, antichi alloggi e laboratori che custodiscono ancora oggi la tradizione dell’arte della lavorazione della porcellana.
L’arte come linguaggio collettivo e la necessità di costruire ponti con un “fuori” per esplorare il mondo sono stati lo spunto per la conversazione in inglese, spagnolo (e tanti sorrisi) tra le studentesse e i role model e ambasciatori di Turchia, Spagna, Francia e Italia in visita alla scuola. La possibilità di un dialogo tra ruoli e generazioni diverse è data proprio dalla continuità delle storie di ognuno: i docenti e dirigenti di oggi sono stati studenti Erasmus+ prima, giovani tirocinanti all’estero poi e oggi educatori e genitori che conoscono realmente il valore di un’esperienza europea che cambia la vita per sempre e per questo possono parlare dritti al cuore di queste giovani donne che stanno per prendere in mano il loro futuro. Ci auguriamo di aver davvero contribuito con questo incontro a realizzare il primo passo oltre confine.

IISS F.S.Nitti

La Dirigente Scolastica e la docente Maria Rosaria De Rosa della scuola, insieme a un nutrito gruppo di alunni, hanno accolto la delegazione di Alumni, Ambasciatori e Role model con entusiasmo. La mattinata è iniziata con il racconto delle esperienze in Erasmus+ svolte dalla delegazione europea: sono intervenute con entusiasmo e partecipazione per l’Italia le insegnanti Liliana Pilon, Luciana Soldo e Marina Pora, José Antonio Hernández Bravo dalla Spagna, Maria Theresia Menne dalla Germania e Mirabel Joshi dalla Svezia.

Diverse le tematiche condivise, fra cui l’incontro, la conoscenza reciproca, la crescita e l’esperienza del viaggio, oltre la collaborazione fra pari. La mattinata è proseguita con gli studenti del Nitti che hanno raccontato l’ultima esperienza vissuta in Spagna con il progetto “DIGITOUR – Un viaggio sostenibile dall’ICT all’ECommerce”, un progetto Erasmus+ in cui i ragazzi hanno fatto esperienza nel mondo del lavoro, che ha portato crescita personale e confronto con una dimensione più ampia, con i propri limiti e con le mancanze (la famiglia, amici e la cucina italiana).

CPIA Napoli Città 2

Il CPIA (Centro provinciale per l’istruzione degli adulti) è una scuola per studenti più grandi e per adulti stranieri che vogliono conseguire il diploma o l’attestato di conoscenza della lingua italiana. Il CPIA è dunque per sua natura a vocazione internazionale! Non poteva mancare una tappa partenopea per Ambasciatori e Role Model nell’educazione degli adulti. Così una delegazione composta da docenti e professionisti EDA provenienti dalla Svezia, Spagna, Romania e Croazia è stata accolta al CPIA Napoli Città 2 dalla Dirigente, Rosa Angela Luiso, dalla referente Erasmus+ e Ambasciatrice EPALE, Annabella Di Finizio, e da un gruppo di studenti e studentesse che, tutti insieme, hanno saputo offrire un’accoglienza calorosa. Lo scambio è stato reciproco: gli studenti, prevalentemente di origine straniera, hanno condiviso alcune esperienze di vita e le paure che hanno dovuto e saputo affrontare all’arrivo in Italia; hanno poi chiesto quanto Erasmus+ possa essere di aiuto per loro, ad esempio nel trovare lavoro.

Gli Ambasciatori hanno incoraggiato a intraprendere un’esperienza di studio o una visita di scambio all’estero perché dopo aver vissuto una prima volta l’arricchimento che ne deriva non ci si ferma più. La possibilità di entrare in contatto con vite diverse, conoscere persone che vivono in contesti culturali diversi e guardano alla loro crescita personale con uno sguardo diverso dal nostro sono elementi fondamentali per poter ampliare la visione sul proprio futuro e fare scelte migliori per sé stessi e per la propria comunità. Quest’ultimo aspetto è stato sottolineato dall’Ambasciatrice romena che, proprio grazie alle diverse esperienze Erasmus vissute in più fasi della vita, oggi lavora nell’ambito delle relazioni internazionali svolgendo un ruolo di orientamento con i giovani sulla progettazione europea ed è in prima persona artefice di progetti che rendono il territorio più ricco.

Tutte le visite si sono svolte in lingua inglese, con alcuni interventi anche il lingua spagnola. E’ importante sottolineare le straordinarie competenze linguistiche riscontrate negli studenti e nelle studentesse incontrati. Un sentito ringraziamento agli istituti per accogliere questa giornata diversa che, ci auguriamo, abbia rappresentato comunque un momento importante di apprendimento nel percorso formativo dei ragazzi.

La galleria completa delle immagini realizzate nelle scuole visitate a Napoli è disponibile in questo album fotografico.

Report a cura di Alessia Ricci con i contributi dello staff dell’Agenzia Erasmus+ Indire che ha accompagnato le delegazioni nelle scuole