Il Programma


Storie e buone pratiche

Istruzione scolastica

SUDEGO, un progetto per parlare di Agenda 2030 nella comunità scolastica

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Nel 2016 abbiamo strutturato la proposta che poi, approvata dal Programma Europeo Erasmus Plus, dall’autunno 2017 ha consentito l’avvio del partenariato strategico per l’innovazione “SUDEGO – Substainable Development Goals in the Schools”.
Il progetto coordinato da ERFAP Lazio, ha coinvolto in due anni di attività 6 partner di 5 diversi paesi : il Liceo “A. Righi” e l’ASVIS in Italia; GEMS, ente di formazione del Nord Irlanda, la Direzione istruzione del Municipio di Turku in Finlandia; l’Ente di coordinamento dell’istruzione pubblica di Barcellona B.E.C., Spagna e la Camera di Commercio di Dobrich, Bulgaria. Tutti i previsti risultati sono stati conseguiti, in particolare piace sottolineare che, durante il progetto, si è costituito un vero team di lavoro che ha messo insieme gli esperti dei partner coinvolti e si è rafforzato grazie alle positive risposte del mondo della scuola.
La proposta fu ideata partendo dalla constatazione (purtroppo in buona parte ancora di attualità) che nella scuola e nella società non si parla sufficientemente dello sviluppo sostenibile, delle problematiche climatiche e ambientali e di tutte le strategiche tematiche dall’Agenda 2030 promossa dalle Nazioni Unite a fine del 2015, approvata poi, con l’unanime consenso dei 28 paesi, dal Parlamento Europeo nel 2016.
Come si è richiamato nel titolo “Sviluppo Sostenibile per il mondo della Scuola” l’obiettivo che il progetto ha conseguito è stato quello di produrre un insieme coerente di informazioni e di moduli didattici rivolti ai docenti delle scuole secondarie di I e II grado, in modo che siano facilitati nel trasmettere ai loro studenti l’interesse per questi argomenti

Agenda 2030: i 17 Goal sullo Sviluppo Sostenibile
Agenda 2030: i 17 Goal sullo Sviluppo Sostenibile

L’AGENDA 2030: UNA VISIONE INTEGRATA
Senza illustrare in dettaglio l’Agenda 2030, vorremmo solo ricordare alcuni aspetti introdotti da questo complesso documento.

  • L’Agenda è articolata su 17 obiettivi (Sustainable Development Goal -SDG-) che sono illustrati tramite 169 target e più di 200 indicatori.
  • Le Nazioni Unite hanno voluto da una parte indicare con chiarezza il percorso da compiere nei prossimi anni, dall’altra stabilire i riferimenti che consentiranno di monitorare il processo di cambiamento del modello di sviluppo.
  • Ciascun paese sarà valutato rispetto a tali parametri periodicamente dalle NU e dalle opinioni pubbliche internazionali e nazionali.
  • Con Agenda 2030 viene superata l’idea che la sostenibilità sia unicamente una questione ambientale e si afferma una visione integrata delle tre dimensioni dello sviluppo: ambientale, economico e sociale.

Il progetto SUDEGO si è concentrato su 5 di questi goal:

3 – Buona salute e benessere per tutti e per tutte le età
5 – Uguaglianza di genere
7 – Energia economica e pulita
12 – Consumo e produzione responsabili
15 – Vita sulla Terra

Di fatto il progetto si riferisce sia per il suo target (docenti), sia per i beneficiari (studenti) anche al goal 4 dedicato alla “Qualità nell’istruzione”. Infatti il team di SUDEGO ha ben tenuto presente l’importante documento realizzato nel 2017 dall’UNESCO “Educazione agli Obiettivi per lo sviluppo sostenibile – Obiettivi di apprendimento” in cui per l’istruzione dice: “…richiede una pedagogia trasformazionale, orientata all’azione, che supporti un apprendimento autogestito, la partecipazione e la collaborazione, un approccio alla soluzione dei problemi, l’inter- e la trans-disciplinarietà e il collegamento dell’apprendimento formale con quello informale. Solo tali approcci pedagogici rendono possibile lo sviluppo delle competenze chiave necessarie alla promozione dello sviluppo sostenibile.”

RISULTATI E PRODOTTI TRASFERIBILI, A DISPOSIZIONE DELLE SCUOLE
www.sudego.eu

Frontespizio dell’e-book SUDEGO
Frontespizio dell’e-book SUDEGO

 

Nei Paesi coinvolti è stato realizzato un Rapporto Comparativo rilevando quanto già fatto (fino al 2017) in termini di azioni concrete, novità legislative, sviluppi operativi per i cinque SDG su cui il progetto si è concentrato. Lo stato dell’arte al tempo e la sintesi dei successivi sviluppi si possono reperire sul sito www.sudego.eu. e nell’ e-book.

I prodotti più rilevanti per l’attività didattica sono due set di moduli formativi per la scuola secondaria: uno, introduttivo, rivolto alle scuole secondarie di I grado; l’altro, avanzato, per quelle di II grado. Questi 10 moduli permettono ai docenti di organizzare un’opportuna attività di informazione e formazione sui temi dei cinque SDG dell’Agenda 2030 su cui il progetto ha lavorato.

La metodologia scelta prevede che ciascun modulo sia organizzato in tre sezioni:

  • la presentazione didattica con un gruppo di slide
  • il manuale indirizzato ai docenti con il piano di lezione, un breve approfondimento sui temi della presentazione, suggerimenti metodologici e alcune referenze bibliografiche
  • il test finale rivolto, alla fine del modulo, agli studenti; contiene dieci domande chiuse ed il feedback per ciascuna risposta, che i docenti possono proporre alla fine del test.
Modulo Introduttivo sul SDG 15 – Vita sulla terra
Modulo Introduttivo sul SDG 15 – Vita sulla terra

I dieci moduli sono fruibili gratuitamente sul sito del progetto; i docenti interessati possono richiederne le versioni modificabili.
Ciascun modulo non è esaustivo; l’intenzione è quella di offrire materiale aggiornato (almeno alla data di realizzazione del progetto) e utile per stimolare l’interesse degli studenti. Saranno i docenti a decidere liberamente come utilizzare questo materiale: in toto o in parte; aggiungendo altre informazioni (p.es. emergenze locali, novità legali, nuovi sviluppi); collegandolo ad altri strumenti (video accattivanti, giochi di ruolo, tematiche di ricerca) o suggerendo agli studenti specifiche tematiche su cui effettuare ricerche di gruppo o individuali.

Alla fine il progetto ha prodotto le linee guida per offrire alla comunità scolastica suggerimenti e spunti metodologici utili per valorizzare al meglio i prodotti di SUDEGO nei contesti locali. Riteniamo che il materiale realizzato possa essere di interesse anche in ambito lavorativo, ma anche, in generale, per tutti i cittadini che vogliano saperne di più su argomenti strategici per il futuro in maniera semplice, aggiornata e coordinata. Le linee guida, insieme ad interessanti contributi concessi da autorevoli esponenti della società civile nei cinque paesi partner ed alcune buone pratiche originate dall’adesione ai principi di Agenda 2030 ed ai risultati del testing dei moduli nelle scuole dei cinque Paesi coinvolti, sono contenuti nell’e-book di SUDEGO anch’esso pubblicato sul sito di progetto e gratuitamente utilizzabile.

Il team di SUDEGO al lavoro a Barcellona
Il team di SUDEGO al lavoro a Barcellona
SUDEGO Multiplier Event in Dobrich
SUDEGO Multiplier Event in Dobrich

 

 

 

 

 

 

 

 

Abbiamo avuto la soddisfazione, sia durante gli eventi di disseminazione realizzati nei vari paesi della partnership, sia durante le fasi di test del materiale prodotto, sia nel convegno finale tenutosi a Roma, di riscontrare il genuino interesse degli studenti coinvolti, alcuni hanno preparato lavori di gruppo, alcuni ci hanno proposto azzeccate domande, altri si ripropongono di parlarne in famiglia e con gli amici. Questo era il nostro obiettivo e davvero crediamo che “i giovani cittadini possono migliorare il futuro di tutti”, come abbiamo voluto intitolare il Convegno che ha concluso, lo scorso 24 gennaio, il progetto SUDEGO.

di Pietro Ragni,
Presidente ERFAP Lazio,
Consiglio Nazionale Ricerche, Referente Brevetti DiSBA